Un viso perfetto? La soluzione sono i fili tensori

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 18/10/2017
Editor: Top Doctors®

 

I continui passi avanti nel campo della medicina estetica hanno permesso di realizzare tecniche sempre meno invasive. È possibile effettuare piccoli interventi che non necessitano del bisturi e permettono di ottenere risultati naturali; un esempio è rappresentato dal trattamento dei fili tensori. Ce ne parla il nostro esperto in Medicina Estetica

I fili tensori facciali sono dei filamenti trasparenti che possono essere fissi o riassorbibili, dotati di aghi sottilissimi i quali permettono di sostenere o correggere i tessuti flaccidi del viso.

 

Trattamento con fili tensori

Mediante un ago guida sottilissimo creato appositamente per questa terapia, il trattamento consiste nell’introdurre dei fili sotto la pelle. Tali fili sono costituiti da materiali compatibili con il corpo umano e rimangono ‘ancorati’ al tessuto sottocutaneo. Una volta introdotti, i fili vengono tirati, ottenendo così una tensione naturale del tessuto e un effetto lifting. Questo trattamento può essere applicato per alzare le palpebre cadenti, per correggere sopracciglia asimmetriche, per ripristinare i tessuti flaccidi del contorno facciale e della zona cervicale, riposizionare zigomi caduti ed in generale per trattare l’invecchiamento facciale. I trattamenti che comprendono i fili tensori sono personalizzati, variano da paziente a paziente. In seguito al posizionamento di tali fili, il nostro corpo produce nuove strutture di collagene che ricoprono i fili e aiutano a mantenere stabile e tonico il tessuto.

 

Fili tensori: una tecnica complementare

Questa tecnica non sostituisce il tradizionale lifting ma permette un ringiovanimento facciale senza compromettere i tratti naturali e caratteristici del nostro volto. Il trattamento dei fili tensori può essere integrato ad altre tecniche di ringiovanimento: si può sfruttare la tossina botulinica, i filler o le terapie laser. Inoltre, non preclude nemmeno un successivo intervento di chirurgia facciale.

 

I fili tensori e il post-trattamento

Durante i primi giorni si possono manifestare lievi infiammazioni e piccole irregolarità che scompaiono spontaneamente dopo pochi giorni. Generalmente, il paziente torna a svolgere le normali attività quotidiane in poco tempo. Sebbene la durata del trattamento dipende dal tipo e dal numero di fili utilizzati, età e struttura dei tessuti, l’effetto della tecnica con fili tensori dura dai 2 ai 4 anni. La terapia si svolge sotto anestesia locale e non lascia cicatrici.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Medicina estetica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies