Vasectomia senza bisturi, senza aghi e senza dolore

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 06/11/2017
Editor: Top Doctors®

A volte, quando un paziente deve sottoporsi a una vasectomia, ciò può comportare stress e preoccupazioni per il dolore che può causare. Tuttavia oggi le nuove tecniche fanno in modo che la vasectomia sia quasi indolore, come spiega il nostro esperto in andrologia

Cos'è la vasectomia?

La vasectomia può essere definita come una sterilizzazione maschile. Questa tecnica chirurgica è stata introdotta in Italia, ma le cliniche in cui viene eseguita sono ancora poche. Di solito, per essere eseguita, al paziente viene richiesto di avere più di 40 anni e di avere almeno due figli. Questo tipo di sterilizzazione è specifico per pazienti di sesso maschile. Il paziente deve per questo essere sicuro della sua scelta, perché è una scelta definitiva. Inoltre i medici sono tenuti a porre una serie di domande al paziente, per capire le sue ragioni, prima dell’operazione, in modo da evitare che se ne possa pentire in futuro.

Come viene eseguita la tecnica?

Questa nuova tecnica è quasi indolore ed elimina l’uso sia del bisturi che l’uso di aghi. È diffusa in tutto il mondo, e viene eseguita di più all’estero che in Italia, dove è ancora un tabù.

In mani esperte, quest’operazione non dura più di 6-8 minuti, non lascia nessuna cicatrice, e anche l’anestesia è effettuata, tramite uno spray, in modo da non produrre fastidi eccessivi al paziente, tramite uno spray.

Quali sono i risultati post-operatori?

Il giorno stesso dell’operazione il paziente può riprendere la sua vita quotidiana (guidare, lavorare), eccetto fare sport, come andare in bicicletta. Quest’operazione è sicura al 100%, non c’è nessun rischio di nascite e nessuna ghiandola né organo vengono compromessi. Il risultato è che l’uomo può riprendere a pieno tutte le sue attività abituali. 

In caso di ripensamento, la vasectomia è reversibile nel 50% dei casi. Pertanto è una scelta molto importante nella vita di una persona, e i medici saranno molto attenti ad eseguirla solo se il paziente ha una vita privata stabile (partner fisso e figli). Se il paziente è vedovo, single, o con una partner gravemente malata, in genere l’intervento non viene eseguito.

Fonte: Dr. Josep Miquel Viladoms
 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Andrologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies