VATS: la tecnica mininvasiva contro il carcinoma polmonare

Autore: Prof. Marcello Migliore
Pubblicato: | Aggiornato: 25/01/2019
Editor: Antonietta Rizzotti

Secondo le Global Cancer Statistics 2018 (GLOBOCAN) in entrambi i sessi il cancro del polmone è il più diagnosticato (11.6% di tutti i casi di cancro nel mondo) e la causa più importante di decessi. Il Prof. Marcello Migliore, esperto in Chirurgia Toracica presso il Policlinico di Catania, ci parla di VATS, la tecnica chirurgica video-assistita minimamente invasiva che permette di operare al torace senza grandi tagli cutanei

Che cos’è la chirurgia toracica mininvasiva video-assistita?

La chirurgia toracica mininvasiva video-assistita è una procedura ormai consolidata per la rimozione di un carcinoma polmonare e consente di asportare porzioni del polmone attraverso una o più piccole incisioni cutanee. Il chirurgo non invade con le sue mani il corpo umano ma opera con le mani fuori dal paziente. Attraverso le incisioni cutanee si inseriscono sia l’ottica collegata ad un monitor (TV) e gli strumenti chirurgici; il chirurgo esegue l’intervento guardando il monitor-TV (quindi non guardando il paziente) e sarà possibile eseguire interventi quali le resezioni atipiche, le segmentectomie e le lobectomie del polmone con molta più precisione.

Che cos’è la chirurgia toracica mininvasiva video-assistita uniportale?

Questa procedura è stata iniziata nel 1998 proprio a Catania dal nostro Team e rappresenta un percorso di crescita della chirurgia mini-invasiva e del graduale passaggio dalla tecnica a 3-4 port (incisioni di accesso al torace) a quella con una sola piccola incisione sul torace che va da 2 a circa 6 cm secondo necessità. Negli ultimi anni la tecnica uniportale sta letteralmente modificando l’approccio chirurgico al paziente con patologie toraciche.

Quali patologie possono essere trattate con la chirurgia mini-invasiva?

Grazie all’utilizzo della proiezione video questa tecnica può essere utilizzata per il trattamento di molte patologie tra cui:

  • Cancro del polmone
  • Pneumotorace
  • Iperidrosi
  • Patologie pleuriche
  • Patologie del mediastino (timectomie)
  • Patologie dell’esofago

La chirurgia mini-invasiva, uniportale e non, è attualmente utilizzata soprattutto per le forme neoplastiche polmonari che si trovano negli stadi iniziali (I e II). Con molta probabilità in un futuro prossimo potrà essere impiegata anche per il trattamento di tumori localmente più avanzati.

Quali sono i vantaggi della chirurgia mini-invasiva del torace?

È opportuno innanzitutto dire che i risultati che riguardano la sopravvivenza per il cancro del polmone sono sovrapponibili ai pazienti trattati in chirurgia aperta, cioè con grandi incisioni cutanee; in più però si offrono al paziente altri vantaggi quali:

  • Migliore cosmetica
  • Riduzione del dolore post-operatorio
  • Minore degenza ospedaliera
  • Un più rapido recupero funzionale e quindi dell’attività lavorativa

Prof. Marcello Migliore
Chirurgia toracica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies