Pneumotorace

Dott. Roberto Marchese - Chirurgia toracica

Pubblicato: 13/11/2012

Che cos'è lo pneumotorace?

Lo pneumotorace è la presenza di aria nello spazio che c'è tra i polmoni (spazio pleurico), che causa la perdita del volume polmonare e il collasso del lato colpito. Ne esistono diverse tipologie:

  • Iperteso;
  • Spontaneo;
  • Spontaneo secondario a un'altra malattia polmonare;
  • Spontaneo secondario a un trauma.

Il più comune è lo pneumotorace spontaneo che si verifica senza una causa precisa.

Sintomi dello pneumotorace

I sintomi principali del pneumotorace sono:

  • Difficoltà respiratoria e oppressione al torace;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Cambio del colore della pelle, che diventa bluastra per mancanza di ossigeno.

Diagnosi per lo pneumotorace

Spesso un semplice esame fisico non è sufficiente per confermare la diagnosi di pneumotorace. Generalmente, le tecniche diagnostiche più utilizzate per confermare la patologia sono:

Quali sono le cause dello pneumotorace?

La causa principale del disturbo è una lesione polmonare: ferita da arma da fuoco o coltello nel petto, frattura della costola o qualche procedura medica.

A volte può anche innescarsi a causa dell'esplosione di bolle di aria nei polmoni, come accade nei cambi della pressione d'aria (immersione, altezza, ecc.). D'altra parte le neuropatie (asma, BPCO, fibrosi cistica, tubercolosi, pertosse, ecc.) possono aumentare la probabilità di soffrire di pneumotorace.

Si può prevenire?

Non esiste un modo concreto per prevenire uno pneumotorace, ad eccezione dell'evitare abitudini e condizioni che possano innescarlo, come il tabacco.

Trattamenti per lo pneumotorace

Dopo aver effettuato una radiografia del torace e un'emogasanalisi arteriosa, si stabilisce un trattamento per eliminare l'aria dalla pleura, così da permettere al polmone di dilatarsi. A seconda della quantità di aria presente e del grado di compressione che esercita sul polmone, il medico prescriverà riposo o collocherà – previa ricovero in ospedale - un tubo toracico tra le costole per consentire l'evacuazione dell'aria. Questo drenaggio può richiedere diversi giorni ed è importante farlo controllare in un centro medico. Nei casi di pneumotorace ricorrente o in caso di esito negativo con drenaggio toracico,sarà necessario un intervento chirurgico.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.