Agoaspirato Tiroide

Specializzazione di Endocrinologia e Malattie Del Metabolismo

Che cos’è l’agoaspirato tiroideo?

L’agoaspirato tiroideo è un esame mininvasivo in cui si prelevano le cellule per effettuare una diagnosi corretta e precisa sulla tipologia di nodulo tiroideo. Si differenzia dalla biopsia perché in quest’ultima viene prelevato un intero tessuto e non solo alcune cellule, inoltre l’analisi dell’agoaspirato sarà di tipo citologico.

In cosa consiste?

L’agoaspirato tiroideo viene effettuato in ambulatorio senza sottoporre il paziente ad anestesia e consiste nel prelievo delle cellule tiroidee per mezzo di un ago. L’unico rischio di questo intervento è che si formi un piccolo ematoma nella zona in cui è stato introdotto l’ago: il rischio è quasi nullo se si applica del ghiaccio prima dell’esame.

Perché si realizza?

Questa procedura viene effettuata per diagnosticare la tipologia di nodulo tiroideo e viene eseguito in tre casi: 

  • Noduli palpabili in crescita progressiva;
  • Noduli con un diametro inferiore ai 10 mm in cui sono stati individuati caratteristiche sospette come margini irregolari, presenza di microcalcificazioni, vascolarizzazione…;
  • Soggetti che presentano noduli e sono ad alto rischio per familiarità con patologie tiroidee, carcinoma papillare familiare, carcinoma midollare familiare

Cosa si sente durante l’esame?

I pazienti sentono solo un leggero fastidio provocato dalla puntura dell’ago, uguale a quello sentito ad esempio durante un comune prelievo di sangue: in ogni caso, questo fastidio si percepisce solo durante l’esecuzione della procedura.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies