Agoaspirato Tiroide

Che cos’è l’agoaspirato tiroideo?

L’agoaspirato tiroideo è un esame mininvasivo in cui si prelevano le cellule per effettuare una diagnosi corretta e precisa sulla tipologia di nodulo tiroideo.

Si differenzia dalla biopsia perché in quest’ultima viene prelevato un intero tessuto e non solo alcune cellule, inoltre l’analisi dell’agoaspirato sarà di tipo citologico.

ragazza che si tocca il collo

In cosa consiste?

L’agoaspirato tiroideo viene effettuato in ambulatorio senza sottoporre il paziente ad anestesia e consiste nel prelievo delle cellule tiroidee per mezzo di un ago.

L’unico rischio di questo intervento è che si formi un piccolo ematoma nella zona in cui è stato introdotto l’ago: il rischio è quasi nullo se si applica del ghiaccio prima dell’esame.

Perché si realizza?

Questa procedura viene effettuata per diagnosticare la tipologia di nodulo tiroideo e viene eseguito in tre casi: 

  • Noduli palpabili in crescita progressiva;
  • Noduli con un diametro inferiore ai 10 mm in cui sono stati individuati caratteristiche sospette come margini irregolari, presenza di microcalcificazioni, vascolarizzazione e così via;
  • Soggetti che presentano noduli e sono ad alto rischio per familiarità con patologie tiroidee, carcinoma papillare familiare, carcinoma midollare familiare

Cosa si sente durante l’esame?

I pazienti sentono solo un leggero fastidio provocato dalla puntura dell’ago, uguale a quello sentito ad esempio durante un comune prelievo di sangue: in ogni caso, questo fastidio si percepisce solo durante l’esecuzione della procedura.

14-11-2023
Top Doctors

Agoaspirato Tiroide

Dott.ssa Cristina Ladu - Endocrinologia e Malattie del metabolismo

Creato il: 26-04-2017

Editato il: 14-11-2023

Editor: Antonietta Rizzotti

Che cos’è l’agoaspirato tiroideo?

L’agoaspirato tiroideo è un esame mininvasivo in cui si prelevano le cellule per effettuare una diagnosi corretta e precisa sulla tipologia di nodulo tiroideo.

Si differenzia dalla biopsia perché in quest’ultima viene prelevato un intero tessuto e non solo alcune cellule, inoltre l’analisi dell’agoaspirato sarà di tipo citologico.

ragazza che si tocca il collo

In cosa consiste?

L’agoaspirato tiroideo viene effettuato in ambulatorio senza sottoporre il paziente ad anestesia e consiste nel prelievo delle cellule tiroidee per mezzo di un ago.

L’unico rischio di questo intervento è che si formi un piccolo ematoma nella zona in cui è stato introdotto l’ago: il rischio è quasi nullo se si applica del ghiaccio prima dell’esame.

Perché si realizza?

Questa procedura viene effettuata per diagnosticare la tipologia di nodulo tiroideo e viene eseguito in tre casi: 

  • Noduli palpabili in crescita progressiva;
  • Noduli con un diametro inferiore ai 10 mm in cui sono stati individuati caratteristiche sospette come margini irregolari, presenza di microcalcificazioni, vascolarizzazione e così via;
  • Soggetti che presentano noduli e sono ad alto rischio per familiarità con patologie tiroidee, carcinoma papillare familiare, carcinoma midollare familiare

Cosa si sente durante l’esame?

I pazienti sentono solo un leggero fastidio provocato dalla puntura dell’ago, uguale a quello sentito ad esempio durante un comune prelievo di sangue: in ogni caso, questo fastidio si percepisce solo durante l’esecuzione della procedura.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.