Iperacusia

Specializzazione di Otorinolaringoiatria

Che cos’è l’iperacusia?

Con il termine iperacusia si indica una condizione di ipersensibilità dell’udito che rende il paziente insofferente e intollerante nei confronti di suoni e rumori che sono, al contrario, percepiti come normali nelle altre persone (urla, l’abbaiare dei cani, risate ad alta voce, fischi acuti, rumore dei tuoni, dei fuochi d’artificio, delle moto, dei palloncini che scoppiano, la sirena dell’ambulanza, lo squillo dei telefoni ecc). Chi è affetto da iperacusia può provare un senso d’ansia crescente, uno stato di panico continuo tanto da arrivare a coprirsi le orecchie per diminuire il dolore.

Sintomi dell’iperacusia

Le principali reazioni del paziente affetto da iperacusia ai suoni avvertiti come fastidiosi sono:

  • Senso d’ansia crescente
  • Pianto
  • Panico
  • Malumore
  • Necessità di tapparsi le orecchie
  • Necessità di abbandonare la stanza

Diagnosi per l’iperacusia

Per una corretta diagnosi, è necessario sottoporsi ad alcuni test audiometrici per valutare la gravità dell’iperacusia:

  • Audiometria tonale
  • Test dei riflessi strapediali
  • Test LDL

Quali sono le cause dell’iperacusia?

L’iperacusia può colpire soggetti si qualsiasi età e di qualsiasi sesso. Al giorno d’oggi non sono ancora note cause certe di iperacusia. Le teorie più sperimentali sono:

  • Perdita dell’udito
  • Emicrania
  • Malattie autoimmuni
  • Malattia di Lyme
  • Paralisi di Bell
  • Morbo di Addison
  • Sindrome di Menière
  • In seguito a un colpo di frusta
  • Continue infezioni dell’orecchio
  • In seguito a un intervento chirurgico all’orecchio
  • Prolungate esposizioni a forti rumori

Trattamento per l’iperacusia

Al giorno d’oggi non si è ancora a conoscenza di una terapia precisa contro l’iperacusia. Il trattamento che si è dimostrato più efficace è la cosiddetta terapia del suono, il cui scopo è la desensibilizzazione acustica del paziente grazie all’applicazione di un erogatore di suoni all’orecchio. L’esposizione ai rumori avviene giornalmente, con una durata tra le 6 e le 8 ore, durante un periodo che vai dai 12 ai 18 mesi.

A quale specialista rivolgersi?

In caso di iperacusia, si consiglia di rivolgersi ad un otorinolaringoiatra o a un medico specialista in Audiometria.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies