Iperglicemia

Specializzazione di Diabetologia

Che cos’è l’iperglicemia?

L’iperglicemia si verifica quando i livelli del glucosio nel sangue raggiungono o superano i 110 mg/dl a digiuno. L’iperglicemia è considerata una condizione pre-diabetica in quanto una sua cronicizzazione e degenerazione porta allo sviluppo di quest’ultima. È infatti sufficiente che i valori del glucosio siano superiori a 126 mg/dl per porre la diagnosi di diabete.

Sintomi dell’iperglicemia

L’iperglicemia è una condizione spesso asintomatica, per tale ragione porta spesso all’insorgenza del diabete senza particolari preavvisi. È però possibile che si verifichino anche sintomi quali astenia, aumento della sete e delle urine, perdita di peso ponderale e dolori all’addome. In rare circostanze è possibile si verifichino anche stati confusionali e svenimenti.

Diagnosi per iperglicemia

L’iperglicemia è diagnosticabile tramite un semplice esame del sangue. Qualora il prelievo mostrasse un indice glicemico elevato al primo esame, sarà necessario eseguire il test una seconda volta, facendo una ricerca per emoglobina glicata, che consente di capire se si tratti di una situazione cronica o meno.

Quali sono le cause dell’iperglicemia?

L’iperglicemia si presenta a causa di una mancanza o di una scarso operato dell’ormone insulina. L’iperglicemia si verifica, inoltre, anche quando il trattamento per il diabete non è eseguito correttamente, quando la terapia non è quella adeguata o in alcuni, più rari casi, quando esistono patologie particolari a carico del pancreas o del sistema endocrino.

Si può prevenire?

Prevenire l’iperglicemia è possibile. Fondamentale è mantenere il proprio peso forma, attraverso una dieta equilibrata e un attività fisica appropriata all’introito calorico giornaliero. Eseguire controlli periodici della glicemia e dei valori sanguinei è inoltre altrettanto utile per prevenire ogni disturbo.

Trattamenti per iperglicemia

Il trattamento dell’iperglicemia inizia con un cambio importante dello stile di vita che deve essere improntato ad un’alimentazione sana e ad un’attività fisica quantomeno leggera, ma costante. Dopo aver seguito queste indicazioni, se non sono stati registrati risultati soddisfacenti, solo uno specialista sarà in grado di valutare se sia necessario o meno intervenire con una terapia farmacologica.

A quale specialista rivolgersi?

Gli specialisti che si occupano dell’iperglicemia, nella sua diagnosi e trattamento sono il diabetologo, lo specialista in medicina interna ed il dietologo.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies