Medicina orale

Che cos'è la Medicina Orale?

La Medicina Orale è una branca medica che si occupa della diagnosi e del trattamento delle patologie orali primarie (che hanno origine nella bocca) e secondarie (causate da altre condizioni, si manifestano nella bocca e colpiscono le strutture della cavità orale o le aree vicine).

Che patologie tratta?

La Medicina Orale si occupa dello studio delle patologie della bocca (ad eccezione delle ossa dentali, mascellari e delle ghiandole salivari) nelle sue forme eziologiche, patogene, patofisiologiche, epidemiologiche, preventive, diagnostiche e terapeutiche. Il suo obiettivo è quello di migliorare lo stato di salute e prevenire le malattie orali. Possono essere identificate patologie molto diverse, come afte, xerostomia (bocca secca per mancanza di saliva), cisti o cancro del cavo orale.

Le malattie legate alla medicina orale possono essere identificate attraverso un esame clinico della bocca e della mucosa orale, che comprende labbra, lingua, guance, palato e parte inferiore della bocca. Nei casi più difficili si consiglia di eseguire test quali: radiografie, analisi microbiologiche o biopsie per ottenere una diagnosi corretta.

Il trattamento di queste patologie dipende dalla causa e dal tipo di lesione. Nella maggior parte dei casi il consiste in farmaci applicati localmente (risciacqui antisettici e corticosteroidi) o da assumere per via orale. Come ultima opzione c'è anche la possibilità di rimuovere la lesione attraverso procedure chirurgiche semplici e minimamente invasive come l'uso del laser dentale.

Quando è necessario consultare uno specialista in Medicina Orale?

Lo specialista che tratta le malattie della Medicina Orale è l’eserto in Odontologia. Si consiglia di effettuare una revisione annuale per godere della corretta salute orale. D’altra parte, la prevenzione delle lesioni orali prima dell’insorgenza dei sintomi è molto importante per evitare complicazioni.