Protesi zigomatiche

Specializzazione di Odontoiatria

Cosa sono gli impianti zigomatici?

Gli impianti zigomatici si posizionano nell'osso dello zigomo, nei pazienti che soffrono di atrofia della mandibola, cioè un grave problema mandibolare. Garantiscono buoni risultati in termini di funzionalità ed estetica.

In che cosa consistono?

La procedura si divide in due parti. Nella prima viene posizionata una protesi provvisoria mentre nella seconda, la protesi definitiva. La tecnica è sviluppata in modo tale che l'impianto venga inserito nello zigomo o nell'osso dello zigomo, sempre da parte di uno specialista in odontoiatria, senza la necessità di ricorrere a innesti ossei. Il recupero richiede tra le 24 e le 48 ore.

Perché si esegue?

È una procedura adatta per quei pazienti che hanno subito una perdita parziale o totale dell'osso mascellare, che hanno perso i denti in tenera età o che hanno indossato protesi per un lungo periodo di tempo e questo ha influito sulla loro struttura ossea facciale. Inoltre, è indicato anche per i pazienti che hanno precedentemente sofferto di malattie parodontali.

Recupero postintervento

Grazie a questi impianti fissi vengono recuperate sia la capacità di masticazione che l'estetica del viso perduta a causa della mancanza di denti o dell'osso mascellare. Il processo è più veloce perché non richiede l'osteointegrazione dell'area colpita o il ricovero in ospedale. D'altra parte, la fase post-operatoria è molto più semplice perché dopo l'intervento il paziente non noterà grossi disagi, e potrà quindi condurre una vita normale. Il successo dell'operazione anzi è anche maggiore perché la protesi è fissa e non è influenzata dalla perdita dei denti o dalle malattie parodontali.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies