Risonanza magnetica seno

Specializzazione di Radiologia

Che cos’è la Risonanza Magnetica al Seno?

La risonanza magnetica (RM) al seno è un tipo di scansione che utilizza un campo magnetico e delle onde radio per produrre immagini dettagliate dei tessuti interni del seno. La RM viene eseguita da un radiologo e si tratta di una procedura sicura.

Perché si esegue?

L’RM al seno viene utilizzata più frequentemente nella diagnosi e nel trattamento del tumore al seno. L’RM può essere utile in molte occasioni:

  • In caso di anamnesi familiare di tumore al seno (per esempio una madre o una sorella che ha avuto un tumore al seno in età relativamente giovane) potrebbe essere raccomandata per lo screening regolare del tumore al seno. L’RM è un metodo non invasivo che consente di effettuare lo screening evitando l’esposizione ripetuta alle radiazioni generate dalle radiografie.
  • L’RM può essere utilizzata per esaminare più da vicino le anomalie del seno rilevate da un’altra scansione, come per esempio una mammografia.
  • Nel caso in cui sia già stato diagnosticato un tumore al seno, l’RM può essere utile per esaminare i tumori più da vicino.
  • Le risonanze magnetiche possono essere utili durante il trattamento del tumore per monitorarne l’efficacia.
  • Nel caso in cui sia già stato eseguito un intervento chirurgico per rimuovere un tumore, l’RM consente di esaminare il sito del tumore per verificarne la guarigione oppure l’eventuale ricrescita.

Infine, l’RM al seno può essere utile nelle persone che hanno protesi mammarie al silicone per controllare l’eventuale presenza di una rottura.

In che cosa consiste?

Per uno sguardo dettagliato su come funzionano gli esami RM, cosa aspettarsi e come prepararsi, si prega di consultare la nostra pagina dedicata alle scansioni RM. Non tutte le pazienti si possono sottoporre ad una RM al seno. L’allattamento o la gravidanza possono rendere difficile la lettura delle immagini prodotte tramite RM. L’esame può richiedere tra i 30 e i 60 minuti. La durata della procedura varia a seconda che venga utilizzato o meno un colorante per mettere in risalto alcune regioni della colonna vertebrale. Se utilizzato, il colorante viene somministrato per mezzo di una flebo e può aiutare i medici ad interpretare le immagini prodotte dalla scansione grazie alla sua capacità di mettere in risalto i diversi tessuti presenti all’interno del seno. Il colorante è di norma sicuro, ma potrebbe esservi un rischio in presenza di problemi ai reni. È necessario informare il proprio medico circa eventuali condizioni preesistenti prima della somministrazione per endovena (EV). Nella maggior parte delle scansioni RM le pazienti vengono fatte distendere sulla schiena, mentre nel caso di una RM al seno ci si stende a faccia in giù su una piattaforma progettata per contenere i seni e che aiuta le pazienti a rimanere ferme. Dato che è molto più facile rimanere ferme durante la scansione se ci si può rilassare, è importante informare il radiologo in caso ci si senta scomode.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies