Ahi che dolore...ho una distorsione alla caviglia

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

La distorsione alla caviglia è la lesione dei legamenti dell'articolazione che possono danneggiarsi a vari livelli: il primo grado è la distorsione semplice, ovvero una distensione del legamento; il secondo riguarda la rottura parziale di questo legamento mentre il terzo comprende la rottura completa di una parte di questi legamenti. L'esperto in Ortopedia e Traumatologia ci illustra i possibili trattamenti 

Quali sintomi ci permettono di riconoscere il grado di lesione dei legamenti della caviglia?

I sintomi più comuni sono 3: gonfiore, dolore e problemi di deambulazione. Solo il professionista è in grado di valutare se il gonfiore, il dolore e i problemi di mobilità corrispondono ad una distorsione semplice (tipo 1) o più grave. Pertanto questi sintomi non sono indicativi al 100% rispetto al grado di lesione.

 

Come comportarsi nei casi di lesione dei legamenti della caviglia?

La distorsione della caviglia è una lesione molto frequente, tant’è che si parla di ‘epidemia’ all’interno del mondo sportivo. Come abbiamo già accennato, non tutte le distorsioni sono identiche poiché dipende dal grado di lesione del legamento stesso, quindi è fondamentale effettuare una diagnosi e seguire un trattamento adeguato. Una distorsione mal curata genera un deficit funzionale della caviglia e può persino compromettere la carriera professionistica di uno sportivo.

 

Quali sono le novità in merito ai trattamenti di queste lesioni?

Nelle distorsioni meno gravi (tipo 1) si segue il trattamento convenzionale: riposo, immobilizzazione della zona interessata e fisioterapia. Per le distorsioni di tipo 2 e 3 e, in particolar modo, per quelle non curate correttamente, viene utilizzata l’artroscopia: questa tecnica permette di analizzare non solo le lesioni dei legamenti ma anche quelle associate, come quelle alla cartilagine o sinoviali che, in sostanza, sono le principali responsabili del non funzionamento del legamento. Grazie all’artroscopia che tratta anche le lesioni associate, è possibile ripristinare la normale funzionalità dell’articolazione e, inoltre, grazie ai passi avanti della chirurgia artroscopica, le lesioni dei legamenti possono essere riparate con una sutura diretta o sfruttando impianti di legamenti artificiali.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ortopedia e Traumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies