Cellulite: come sconfiggerla?

Autore: Prof. Pier Antonio Bacci
Pubblicato:
Editor: Jennifer Verta

Soffri di cellulite? La Medicina Estetica offre oggi molti trattamenti per porvi rimedio. Scopriamoli con il Dott. Pier Antonio Bacci, esperto in Medicina Estetica a Firenze

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è un tipico inestetismo causato da varie e differenti alterazioni nel pannicolo cutaneo, adiposo e connettivale degli arti inferiori della donna, sempre con evoluzione verso la dolorosa fibrosi. Appare nel periodo della prima mestruazione ed evolve velocemente, seguendo le oscillazioni ormonali date da costituzionalità, alimentazione e stili di vita. Inizia come un inestetismo, ma nasconde sempre delle iniziali alterazioni che devono essere ben diagnosticate dal medico per allontanare l’evoluzione verso patologie cellulitiche più complesse e difficili, caratterizzate da riduzione dell’ossigeno nelle cellule e deficit della depurazione dei tessuti, fino a importanti alterazioni della matrice interstiziale, il nostro mare interno dove vivono e lavorano alcune importanti cellule staminali. Si distinguono quattro tipi di cellulite (adiposa, edematosa, mista o fibrosa) e quattro stadi evolutivi, che vanno dalla semplice cellulite iniziale fino a quella fibrosa, una vera patologia con dolore e grossolani noduli. 

Quali sono le cause della cellulite?

La cellulite si sviluppa inizialmente ad opera di ormoni e alimenti in eccesso o di cattiva qualità, che portano “inquinamento tessutale” con attivazione dei processi di fibrosi. In una costituzione geneticamente predisposta come quella femminile, gli eccessi in qualità e qualità di cibi e sostanze, la sedentarietà, il fumo e lo stress, aumentano le azioni infiammatorie dell’insulina e istamina, che danneggiano i sistemi venolinfatici e il metabolismo adiposo. Le ultime ricerche hanno dimostrato quanto sia importante il ruolo del fegato e dell’intestino, tanto nell’evoluzione della cellulite quanto nei processi d’invecchiamento. La ridotta funzionalità dei villi intestinali, assieme alle alterazioni nel microbioma che ciascuno possiede, influisce sul nervo vago con conseguente produzione di sostanze che facilitano l’infiammazione e la degenerazione fibroedematosa dei tessuti, fino ad agire nelle emozioni e nelle reazioni immunitarie.

Quali trattamenti di Medicina Estetica aiutano a trattare la cellulite?

La medicina estetica permette una diagnosi utile per consigliare una dieta corretta ed un buon stile di vita. Nelle fasi iniziali sono utili i vari trattamenti fisioterapici drenanti o riducenti, come il linfodrenaggio manuale o la microvibrazione compressiva. Ci sono poi buone metodiche mediche mini invasive, come la carbossiterapia che vascolarizza i tessuti o la mesoterapia per gli edemi, il laser per le adiposità localizzate (con microfibre piccole come un capello) o il Lipowash per ridurre il dolore, mentre la liposcultura sarà usata nel tessuto adiposo in eccesso. La cellulite è un “campanello d’allarme” che il corpo utilizza per dire che qualcosa inizia a non funzionare, il medico può fare una precisa diagnosi e suggerire delle metodiche integrate, ma l’imperativo resta per tutti: “impara a depurarti”, con buona alimentazione e buone camminate quotidiane.

Prof. Pier Antonio Bacci
Medicina estetica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies