Dolore lombare: come scegliere il trattamento più adatto

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Al giorno d’oggi si riscontrano molte lombalgie e lombo-sciatalgie per le quali sono previsti trattamenti minimamente invasivi. Se questi non hanno successo, ci si può affidare alla chirurgia. Per capire cosa fare in presenza di dolori lombari, il nostro esperto in Ortopedia e Traumatologia ci parla dei trattamenti più efficaci


La lombalgia è un dolore della zona lombo-sacrale e la sciatalgia da irradiazione fino a una gamba o entrambe. Tali dolori sono causati da cambi degenerativi della colonna vertebrale che si verificano durante il corso degli anni. Il dolore lombare è provocato soprattutto dal dolore da sindrome faccettale (le faccette non sono altro che articolazioni della colonna) o da cambi degenerativi del disco intervertebrale. Inoltre, i dolori possono coinvolgere anche gli arti inferiori quando vi sono compressioni dei nervi dovute ad ernia al disco, in presenza di protrusioni o persino stenosi del canale vertebrale legato ai disturbi degenerativi delle faccette.

 

Quali trattamenti si possono realizzare per sconfiggere i dolori della zona lombare?


Nella maggior parte dei casi è possibile affidarsi a trattamenti conservativi o minimamente invasivi. I primi includono la riabilitazione e tutte le tecniche di fisioterapia associate, mentre i trattamenti poco invasivi prevedono infiltrazioni (per esempio, l’epidurale) all’interno delle piccole articolazioni della colonna, come le faccette, dove vengono effettuate le medicazioni previste. Quest’ultimo è un trattamento sicuro e garantisce ottimi risultati. Tuttavia, vi sono casi in cui i non si riescono ad eliminare i dolori lombari: per questo ci si affida all’intervento chirurgico.

 

Quale ruolo gioca l’intervento chirurgico nell’ambito dei dolori lombari?


La chirurgia rappresenta sempre l’ultima soluzione. Grazie alle moderne tecniche chirurgiche (si utilizza il microscopio), i fastidi sono ridotti al minimo negli interventi di ernia al disco o della stenosi lombare. Il paziente potrà tornare a casa il giorno successivo all’intervento. Se previsto l’innesto di un impianto, come nei casi di instabilità grave o deformità degenerativa, grazie ai passi avanti nel campo della chirurgia il paziente recupera le normali funzionalità in breve tempo, tornando alla vita normale e senza avvertire dolori.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ortopedia e Traumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies