I benefici dell'allattamento al seno

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

L'allattamento al seno di questi tempi è diventato molto meno ricorrente. Infatti molti dati registrano una diminuzione di donne disposte a fornire il sufficiente apporto di latte materno ai loro bambini. Il nostro esperto in pediatria spiega invece perchè è molto importante per il bambino

Dati sull’allattamento

A livello mondiale, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), meno del 40% dei bambini sotto i sei mesi ricevono del latte materno come alimentazione esclusiva. Studi recenti indicano che l’alimentazione esclusivamente a base di latte materno durante i primi 6 mesi ha molti benefici.

Molte donne hanno problemi ad allattare i loro figli perché hanno dolore ai capezzoli e perché temono di non avere abbastanza latte per mantenere il bambino. Questi però sono alcuni dei problemi più ricorrenti. Ci sono comunque molti più vantaggi che svantaggi.

Perché l’OMS insiste per favorire l’allattamento al seno?

L’organizzazione mondiale della sanità celebra ogni anno dal 1 al 7 agosto la Settimana Mondiale dell’allattamento per diffondere il messaggio sui vantaggi di allattare al seno duranti i primi mesi di vita del bambino. I dati offerti dall’organizzazione mettono in chiaro che a livello mondiale solo il 38% dei bambini vengono allattati.

Quando è consigliato iniziare ad allattare?

Il procedimento per allattare al seno deve avvenire già dalle prime ore di vita del neonato. Infatti l’organizzazione raccomanda di proseguire in questo modo per i primi sei mesi in modo da poter offrire al bambino il miglior sviluppo e la miglior salute possibile. Nei mesi seguenti e fino ai due anni di vita l’allattamento non va abbandonato e va accompagnato a cibi solidi come frutta e verdura. Come informa l’OMS, è più opportuno somministrare cibo al bambino con l’aiuto di un cucchiaio o una tazza, invece che con il biberon.

I benefici dell’allattamento al seno

I vantaggi dell’allattare sono moltissimi, sia per il bambino che per la madre. Il latte materno fornisce tutti i nutrienti di cui i neonati hanno bisogno per un sano sviluppo. Inoltre contiene gli anticorpi necessari per proteggerli dalle malattie più frequenti dell’infanzia come la diarrea e la polmonite, insieme a una riduzione del rischio di soffrire di infezioni gastrointestinali. 

Molte ricerche hanno dimostrato che a lungo andare, il latte materno riduce il rischio di avere malattie come l’obesità o il diabete di tipo 2. Inoltre, un dato interessante sui bambini certifica che i bambini avranno uno sviluppo intellettuale maggiore.

L’allattamento al seno ha benefici anche per la madre. Infatti la aiuta a perdere peso in modo più veloce dopo il parto, per tornare ad avere la forma fisica di prima. Inoltre, ritarda il ritorno del ciclo mestruale e diminuisce il rischio di cancro alla mammella e alle ovaie.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Pediatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies