Polmonite

Che cosa è la polmonite?

La polmonite è un'infiammazione, nella maggior parte dei casi acuta, che colpisce i polmoni o solo uno di essi. Interessa quindi sia il tessuto interstiziale che gli alveoli polmonari. In genere, si manifesta nei soggetti al di sopra dei 65 anni di età oppure, in età pediatrica, i bambini sotto i 2 anni.

Ragazza con inalatore

Sintomi della polmonite

La polmonite provoca un'infiammazione con danno polmonare dai sintomi assai variabili. Nella polmonite tipica sono presenti tosse con espettorazione purulenta, talvolta con sangue o dolore al petto e febbre con brividi. Nella cosiddetta polmonite atipica i sintomi sono meno allarmanti:

  • febbre moderata
  • malessere generale
  • dolori muscolari e articolari
  • stanchezza
  • mal di testa
  • tosse secca senza espettorazione
  • dolore toracico meno intenso
  • asma
  • nausea
  • inappetenza
  • dispnea

Diagnosi della polmonite

La diagnosi della polmonite si può ottenere attraverso una radiografia toracica, con l’analisi dei sintomi del paziente e con l’esame del suo espettorato.

Quali sono le cause della polmonite?

La polmonite è causata da diversi germi quali batteri, virus e funghi che diffondono i loro microrganismi. Lo fanno attraverso l'interno gli alveoli (le ramificazioni in cui avviene lo scambio di ossigeno tra l'aria ispirata e il sangue dentro ai polmoni), il naso, la faringe o per via sanguigna.

I principali fattori di rischio della polmonite includono:

  • Infezioni delle prime vie aeree
  • Classi di età estreme (anziani e bambini)
  • Insufficienza renale e cardiaca
  • Malattie croniche debilitanti
  • diabete
  • Inquinamento atmosferico
  • Ospedalizzazione
  • Etilismo
  • Tabagismo
  • Immunodepressione
  • Chemioterapia
  • Terapia prolungata con immunosoppressori come i cortisonici
  • Disfagia

Si può prevenire?

Per prevenire la polmonite è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • attento lavaggio delle mani prima di preparare e consumare gli alimenti, dopo aver soffiato il naso, dopo esser stati in bagno, aver cambiato un pannolino o esser venuti a contatto con un malato
  • astensione dal fumo
  • utilizzo di mascherine nel caso di esposizione a sostante irritanti o inquinanti
  • sottoporsi a vaccino antinfluenzale

Trattamenti per la polmonite

La gravità e il trattamento della polmonite saranno determinati dall'estensione del polmone colpito, dal tipo di germe che l'ha provocata, dall'età e dalla storia medica del paziente. Il trattamento viene eseguito nella maggioranza dei casi senza ricovero in ospedale, somministrando antibiotici orali. L'ospedalizzazione avviene solo nei casi più gravi e se il paziente necessita di un trattamento respiratorio.

04-04-2023
Top Doctors

Polmonite

Dott. Alfredo Sebastiani - Pneumologia e Malattie Respiratorie

Creato il: 13-11-2012

Editato il: 04-04-2023

Editor: Antonietta Rizzotti

Che cosa è la polmonite?

La polmonite è un'infiammazione, nella maggior parte dei casi acuta, che colpisce i polmoni o solo uno di essi. Interessa quindi sia il tessuto interstiziale che gli alveoli polmonari. In genere, si manifesta nei soggetti al di sopra dei 65 anni di età oppure, in età pediatrica, i bambini sotto i 2 anni.

Ragazza con inalatore

Sintomi della polmonite

La polmonite provoca un'infiammazione con danno polmonare dai sintomi assai variabili. Nella polmonite tipica sono presenti tosse con espettorazione purulenta, talvolta con sangue o dolore al petto e febbre con brividi. Nella cosiddetta polmonite atipica i sintomi sono meno allarmanti:

  • febbre moderata
  • malessere generale
  • dolori muscolari e articolari
  • stanchezza
  • mal di testa
  • tosse secca senza espettorazione
  • dolore toracico meno intenso
  • asma
  • nausea
  • inappetenza
  • dispnea

Diagnosi della polmonite

La diagnosi della polmonite si può ottenere attraverso una radiografia toracica, con l’analisi dei sintomi del paziente e con l’esame del suo espettorato.

Quali sono le cause della polmonite?

La polmonite è causata da diversi germi quali batteri, virus e funghi che diffondono i loro microrganismi. Lo fanno attraverso l'interno gli alveoli (le ramificazioni in cui avviene lo scambio di ossigeno tra l'aria ispirata e il sangue dentro ai polmoni), il naso, la faringe o per via sanguigna.

I principali fattori di rischio della polmonite includono:

  • Infezioni delle prime vie aeree
  • Classi di età estreme (anziani e bambini)
  • Insufficienza renale e cardiaca
  • Malattie croniche debilitanti
  • diabete
  • Inquinamento atmosferico
  • Ospedalizzazione
  • Etilismo
  • Tabagismo
  • Immunodepressione
  • Chemioterapia
  • Terapia prolungata con immunosoppressori come i cortisonici
  • Disfagia

Si può prevenire?

Per prevenire la polmonite è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • attento lavaggio delle mani prima di preparare e consumare gli alimenti, dopo aver soffiato il naso, dopo esser stati in bagno, aver cambiato un pannolino o esser venuti a contatto con un malato
  • astensione dal fumo
  • utilizzo di mascherine nel caso di esposizione a sostante irritanti o inquinanti
  • sottoporsi a vaccino antinfluenzale

Trattamenti per la polmonite

La gravità e il trattamento della polmonite saranno determinati dall'estensione del polmone colpito, dal tipo di germe che l'ha provocata, dall'età e dalla storia medica del paziente. Il trattamento viene eseguito nella maggioranza dei casi senza ricovero in ospedale, somministrando antibiotici orali. L'ospedalizzazione avviene solo nei casi più gravi e se il paziente necessita di un trattamento respiratorio.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.