Igiene e prevenzione dentale: cosa c’è da sapere!

Autore: Dott.ssa Maria Gabriella Grusovin
Pubblicato:
Editor: Antonietta Rizzotti

Una buona igiene dentale è importante per la prevenzione della carie o di altre patologie dentali. Ne parla la Dott.ssa Maria Gabriella Grusovin, specialista in Parodontologia e Impiantologia e che svolge la sua attività professionale a Gorizia

L’importanza di una buona igiene dentale

La cura dei denti e delle gengive rappresenta il primo passo fondamentale per evitare l’insorgere di patologie dentali e per non ragazzo che spazzola i dentiimbattersi in recidive di malattie che si sono già manifestate.

Avere una buona igiene orale è di primaria importanza ai fini della prevenzione e in questi termini la figura del dentista aiuta il paziente ad avere una maggiore sensibilizzazione e motivazione nel sottoporsi a tecniche odontoiatriche che siano efficaci e una durature nel tempo.

Cosa comporta la mancanza di igiene orale?

Il primo campanello d’allarme dato dalla mancanza di igiene orale è il sanguinamento gengivale. Le gengive che sanguinano segnalano che la placca batterica è rimasta per un po’ di giorni vicino alla gengiva che risponde all’attacco batterico infiammandosi e sanguinando se toccata. La placca può portare anche alla formazione di una carie, quel processo distruttivo del dente causato da batteri cariogeni. Se l’igiene orale viene trascurata si possono avere carie che portano alla perdita del dente o infiammazioni dei tessuti attorno al dente che possono in persone predisposte portare alla sua perdita.

Che cos’è la placca batterica?

igiene orale, spazzolino dentiLa placca batterica è un biofilm costituito da un consorzio batterico che si attacca alla superficie del dente. È caratterizzata da una struttura complessa con diversi tipi di batteri. Più tempo ha per depositarsi e ingrandirsi più tipologie di batteri contiene. Ci sono batteri in grado di metabolizzare gli zuccheri e produrre acidi che intaccano il dente dando origine alla carie. Altri batteri sono in grado di degradare la sostanza del dente che diventa friabile e viene distrutto. Altri ancora sono responsabili dell’attivazione di processi di infiammazione delle gengive e dei tessuti attorno ai denti che possono portare alla perdita del dente stesso. Le persone possono avere diversi tipi di batteri in bocca e rispondono in modo diverso all’attacco batterico.

Come difendersi dall’attacco dei batteri della placca?

La corretta igiene orale quotidiana unita alle visite di controllo periodiche dal dentista e alla igiene professionale sono i mezzi più utili per mantenere una bocca sana. Oltre allo spazzolino è indispensabile l’utilizzo del filo interdentale o dello scovolino interdentale per la rimozione dei batteri negli spazi fra i denti. Esistono le pastiglie rivelatrici di placca che, attraverso dei coloranti (in genere rossi o viola), evidenziano la presenza della placca e rendono più facile la sua rimozione. È uno strumento che può essere utile a tutti per capire come siamo in grado di pulire i nostri denti.

Dott.ssa Maria Gabriella Grusovin
Odontoiatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies