Il lifting di pausa pranzo

Autore: Dott. Fabio D'Arrigo
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Occuparsi di una completa cura della zona che circonda gli occhi fa parte dei compiti di un bravo oculista. Con gli strumenti forniti oggi dalla tecnologia è possibile intervenire in modo non invasivo sul contorno degli occhi, garantendo così un risultato ottimale. Ne parla il Dott. Fabio D’Arrigo, esperto in Oculistica a Messina

Che cos’è il lifting di pausa pranzo?

Al giorno d’oggi i pazienti che richiedono un ringiovanimento e rimodellamento del proprio viso sono sempre più numerosi: aumentando la richiesta da parte dei pazienti, aumenta anche l’offerta di trattamenti non invasivi e non dolorosi, senza effetti collaterali nel post-operatorio. Questo tipo di terapie e trattamenti vengono definite “Lunch Therapy”, ossia lifting di pausa pranzo, proprio grazie all’uso di apparecchiature non aggressive, come la Radiofrequenza.

In cosa consiste la radiofrequenza?

Consiste in una tecnologia di ultima generazione che viene usata nel trattamento dell’antiaging e del rilassamento cutaneo. Si tratta di un tecnica molto versatile che può quindi essere utilizzata sia in campo medico che in campo estetico, ottenendo risultati immediati e duraturi nel tempo. La radiofrequenza si basa sul meccanismo del principio fisico della “dietermia”, secondo il quale l’energia emessa dallo strumento si trasforma in calore una volta raggiunto l’interno della pelle, per venire poi assorbita dal tessuto.  

Come si effettua il trattamento?

Il trattamento prevede l’applicazione di un normale gel da ecografia sulla zona da trattare, per poi passare costantemente un manipolo durante 20-50 minuti. Al termine della seduta, la zona può apparire arrossata, ma è una condizione che viene risolta nelle ore successive. Nel post-seduta è richiesta l’applicazione di determinate creme idratanti per il viso e anti-cellulite per il corpo. Sono previste 15 sedute per completare l’intero ciclo di trattamenti, con un intervallo di 20-30 giorni tra ogni seduta.    

Quali sono i risultati?

Il risultato della radiofrequenza è un generale miglioramento e rimodellamento della cute. I principali effetti sono l’aumento della produzione di collagene per l’elasticità dei tessuti, l’aumento del flusso sanguino per una maggiore ossigenazione, l’eliminazione delle sostanze di rifiuto grazie a un maggiore drenaggio dei liquidi e una rapida riparazione cutanea grazie alla riduzione della produzione di sebo. In generale, si può dire che la radiofrequenza non è dolorosa, non provoca reazioni indesiderate di tipo allergologico, non lascia cicatrici o ematomi, e il risultato è al 100% naturale. 

Chi può sottoporsi alla radiofrequenza?

Il trattamento può essere eseguito su tutti i fototipi, durante tutto l’anno e senza limitazioni d’età. La seduta non prevede un recupero post-trattamento, grazie al quale è possibile tornare subito alle normali attività quotidiane.

Dott. Fabio D'Arrigo
Oculistica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies