Il significato dell'anemia nutrizionale

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

La vita di un soggetto anemico è condizionata sensibilmente dalla propria patologia. Nel caso di persone che soffrono di anemia nutrizionale, tuttavia, è possibile tenere in considerazione alcuni suggerimenti per alleviare i fastidi. Di seguito i consigli degli esperti di TopDoctors in scienze dell’alimentazione

Una persona si definisce ‘anemica’ quando la concentrazione di emoglobina o la sua capacità di trasportare ossigeno nel sangue è ridotta rispetto al normale. Tale patologia può essere causata dalla riduzione di eritrociti o dalla riduzione dell’emoglobina all’interno di queste cellule.

 

L’incidenza delle anemie

L’anemia è una patologia che colpisce più del 24% della popolazione mondiale e i bambini, insieme alle donne non in gravidanza, sono i gruppi sociali che vengono colpiti maggiormente.
In questo articolo tratteremo i due tipi di anemie nutrizionali determinate da un’incorretta assunzione di determinate sostanze.

 

Trattamento delle anemie nutrizionali

Nel caso di soggetti il cui organismo necessita quantità specifiche di ferro e tale bisogno non viene soddisfatto, si va incontro all’anemia sideropenica. Il trattamento prevede la somministrazione di ferro per via orale. Quando, invece, l’anemia è causata dall’assenza di acido folico, si raccomanda l’assunzione, sempre per via orale, di sostanze che contengano tale elemento. 

 

Consigli pratici per coloro che soffrono di anemia nutrizionale

È importante considerare che un’alimentazione variegata ed equilibrata può migliorare la situazione patologica senza il bisogno di ricorrere a cure farmacologiche. Ecco alcuni consigli pratici per soggetti che soffrono di anemia e vogliono alleviare questi disturbi alimentari:

-    Distinguere il ferro emetico, contenuto in alimenti di origine animale (carne, pesce, frutti di mare) e ferro non ematico, presente in alimenti di origine vegetale (cereali, verdure e frutta)
-    Aumentare il consumo di alimenti come frutta secca, carni rosse o tuorli
-    Alcuni componenti favoriscono l’assorbimento di ferro come la vitamina C, fruttosio e acido citrico
-    I cereali integrali contengono più ferro, vitamina B12 e acido folico rispetto ai cereali raffinati. Tuttavia, si consiglia di non abusarne
-    Gli agrumi, che contengono vitamina C, e i latticini favoriscono l’assorbimento di acido folico
-    È consigliabile mangiare legumi insieme a patate o carne arrostita per assumere delle ‘buone’ proteine. Inoltre, si raccomanda il consumo peperoni o succhi d’arancia/kiwi per l’apporto di vitamina C

 

Un’alimentazione variegata ed equilibrata con un consumo moderato di tutti i gruppi alimentari, quindi, è la miglior soluzione per mantenersi in buona salute.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dietologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies