Il trattamento con l'Endolaser per le vene varicose

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 12/11/2018
Editor: Top Doctors®

Gli esperti di Chirurgia Vascolare ci spiegano cos’è la tecnica mininvasiva dell’Endolaser

 

 

Cos’è l’Endolaser?

 

L’Endolaser è una tecnica minimamente invasiva per il trattamento delle vene varicose. Attraverso una piccolo foro, si introduce un catetere di fibra ottica nella vena e, mediante la liberazione di energia, si ottiene una fibrosi del settore venoso desiderato.

 

È importante menzionare la tecnica della “intumescenza”, da eseguire prima di questo trattamento, che consiste nel separare il settore venoso da trattare dalla pelle con un’iniezione di siero salino nel tessuto cellulare sottocutaneo.

 

Che vantaggi offre l’Endolaser?

 

È una tecnica minimamente invasiva, che permette il trattamento ambulatoriale e una migliore tolleranza da parte dei pazienti (provoca un dolore postoperatorio tollerabile e di breve durata), ottenendo eccellenti risultati estetici e clinici. Inoltre, non lascia cicatrici.

 

Per un migliore risultato, questa tecnica deve essere associata ad trattamento convenzionale per risolvere la patologia venosa sottostante.

 

Elimina tutti i tipi di varici?

 

Il trattamento con l’Endolaser permette di trattare efficacemente l’insufficienza venosa superficiale, che è la causa delle vene varicose.

 

Con la collaborazione del Dott. Claudio Gandarias Zúñiga

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia vascolare


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies