Il trattamento più efficace per la depressione cronica

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 17/11/2018
Editor: Top Doctors®

 

Nel trattare la depressione cronica, la ricerca, i dati derivati dall’esperienza clinica quotidiana e il parere degli esperti concordano nel raccomandare un trattamento farmacologico associato ad un trattamento psicologico. Ne parliamo con il nostro esperto in Psicologia

In quando ad efficacia, se vengono analizzate le terapie in base alla disciplina medica di appartenenza, i dati sono a favore dell’uso dei farmaci; tuttavia, se invece si considera l’insieme dei trattamenti, alcuni antidepressivi denominati SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) associati alla psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC) rappresentano la migliore terapia adatta a contrastare la depressione cronica.

 

Trattamento psichiatrico della depressione cronica

In merito al trattamento psichiatrico della depressione cronica, la scelta dell’opzione antidepressiva spetta allo specialista che valuta tutte le informazioni in base ai sintomi predominanti. Poiché non vi è un consenso unanime riguardo la durata del trattamento farmacologico, occorre considerare il quadro clinico personale, familiare e i fattori di rischio (età in cui si manifesta il disturbo per la prima volta, situazione sociale, episodi passati di maltrattamento, ansia, ecc.). In ogni caso, i trattamenti seguono un periodo non inferiore ai 6-9 mesi a partire dalla fine del trattamento in clinica. 

 

Trattamento psicologico della depressione cronica

I trattamenti psicologici basati sul modello della psicoterapia cognitivo-comportamentale hanno come obbiettivo l’identificazione e l’alterazione di determinati comportamenti, ovvero sintomi del disturbo che causano la persistenza dei sintomi, mediante differenti procedimenti e strategie psicologiche. Nel caso della depressione cronica si mira ad ottenere vari risultati. In primo luogo il terapeuta prova a far sì che il proprio paziente capisca i disturbi personali e identifichi i comportanti abituali rischiosi; altro aspetto importante è rappresentato dall’individuazione delle origini del malessere psichico, le quali saranno analizzate insieme allo psicologo, e di quelle emozioni disfunzionali sulle quali, erroneamente, si basano i cosiddetti pensieri distorti. Il trattamento psicologico cognitivo-comportamentale per la depressione cronica può essere pianificato durante 16-20 sessioni di frequenza settimanale, prolungabile nel caso in cui si manifestino comportamenti disadattivi o altri disturbi psicologici (fobie, de-controllo emozionale, ecc.).

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies