Pallone intragastrico: metodo efficace contro l'obesità

Palloncino intragastrico: un buon metodo per perdere peso

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 12/08/2018
Editor: Top Doctors®

Un metodo molto efficace per perdere peso è dato dal palloncino intragastrico, che viene inserito all'interno dello stomaco. Il nostro esperto in gastroenterologia spiegherà per quali pazienti è più efficace e cosa può succedere dopo l'operazione

Definizione

Il palloncino intragastrico è un dispositivo gonfiabile che si inserisce nello stomaco per il controllo endoscopico. Si riempie l’interno con del siero fisiologico mischiato con una piccola quantità di colorante. Prima della collocazione del palloncino è necessario realizzare un’endoscopia per individuare le possibili lesioni o controindicazioni per il collocamento del dispositivo. Questo processo è molto efficace per trattare l’obesità. L’obbiettivo dell’apparecchio è quello di saziare velocemente il paziente così da fargli perdere peso.

Profilo del paziente

Questo metodo è adatto a qualsiasi persona che abbia un Indice di Massa Corporea (IMC) maggiore di 30 e che non soffra di problemi psichiatrici, ulcera gastroduodenale attiva, alcolismo, ernia, varici, neoplasia gastrica, dipendenza da droghe, essere incinta, o essere già stati operati allo stomaco in precedenza.

Inoltre, è consigliabile operarsi con questo metodo solo se i metodi alternativi provati, come dieta o altro, non hanno avuto un effetto positivo. Per questo bisogna ricordare che l’introduzione del palloncino intragastrico rappresenta solo un aiuto temporale, e che quindi deve essere accompagnato da uno sforzo personale del paziente per migliorare la sua qualità di vita e di alimentazione. 

Rischi del palloncino intragastrico

Esistono rischi per qualsiasi endoscopia e rischi per i pazienti affetti dall’obesità. Infatti possono presentarsi vomito e nausea durante i primi tempi dell’introduzione del palloncino, che vanno diminuendo con il passare delle settimane. 

I rischi per la collocazione del palloncino intragastrico sono però pochi e non superano il 3-4%. Questi problemi comprendono difficoltà a respirare, oppure la alta presenza di vomito che possono obbligare a un immediato ritiro del palloncino.

Fase di recupero dopo la collocazione del palloncino

Dopo la collocazione del palloncino è presente un periodo di 2-10 giorni nei quali il paziente può presentare nausea, vomito e dolore addominale, sintomi che diminuiscono progressivamente con il passare delle settimane. Quel che rimane di solito è l'aumento della sazietà e dei vomiti sporadici che durano fino a quando il paziente non inizia ad avere abitudini alimentari più equilibrate.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Gastroenterologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies