Indice di massa corporea (IMC)

Specializzazione di Dietologia

Che cos’è l’Indice di Massa Corporea (IMC)?

L’IMC, o indice di massa corporea, è un valore utilizzato per stabilire se una persona ha un peso sano in relazione alla sua altezza. Può essere calcolato come la massa corporea divisa per il quadrato dell’altezza e viene espresso in kg/m2.

Funzioni dell’Indice di Massa Corporea (IMC)?

L’indice di massa corporea viene utilizzato per valutare se il peso di una persona è adeguato per la sua altezza, ovvero se la persona ha un peso sano oppure no. Esistono quattro categorie principali in cui è possibile classificare una persona: 

  • Sottopeso
  • Peso normale
  • Sovrappeso
  • Obeso

Tali categorie possono essere ulteriormente suddivise per valutare quanto una persona sia sottopeso od obesa.
Qualora l’IMC di una persona sia particolarmente basso o alto potrebbe essere consigliato di apportare delle modifiche allo stile di vita oppure, se il medico ritiene che il peso ne stia compromettendo la salute, potrebbe addirittura ricevere un trattamento.
I pazienti con un IMC elevato sono ad alto rischio di sviluppare una serie di condizioni gravi, tra cui: malattia coronarica, ipertensione e ictus, mentre quelli con IMC molto basso potrebbero soffrire di malnutrizione o di disturbi alimentari.

A che cosa corrisponde un IMC sano?

Un IMC pari a 18,5-25 kg/m2 è considerato un peso sano per un adulto secondo le linee guida dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). 
Un adulto con un IMC inferiore a 18,5 è considerato sottopeso.
Le persone con un IMC compreso tra 25 e 30 sono considerate sovrappeso, mentre quelle con un IMC superiore a 30 sono considerate obese. L’obesità può essere classificata come moderata (IMC 30-35), grave (IMC 35-40), molto grave (IMC 40-45), morbosa (IMC 45-50), super- (IMC 50-60) e iper-obesità (IMC 60+).
L’IMC viene utilizzato in modo diverso per i bambini: invece di classificarli in base a delle soglie fisse, gli IMC dei bambini vengono confrontati con i percentili per gruppi di età e sesso. Quelli con un IMC inferiore al 5° percentile vengono classificati come sottopeso, mentre quelli con un IMC tra l’85° e il 95° percentile vengono classificati come sovrappeso.
Le soglie per gli adulti sono diverse in alcuni paesi asiatici.

Limiti dell’IMC

Sebbene sia considerato un indicatore piuttosto affidabile quando si deve stabilire se un individuo ha un peso sano, l’IMC presenta alcuni limiti:

  • Non fa distinzione tra adipe e muscolo: il tessuto muscolare è pesante e può far apparire un individuo sano con una massa muscolare elevata come “sovrappeso” in base al proprio IMC.
  • Non prende in considerazione le caratteristiche fisiche, come la costituzione corporea: le persone magre possono avere un peso ideale inferiore rispetto ad altre della stessa altezza ma con una costituzione più robusta.
  • Alcune persone sostengono che dal momento che l’IMC utilizza il quadrato dell’altezza, invece della terza potenza, produce risultati parziali ed inaccurati in particolare per le persone basse o alte.
loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies