Papilloma Virus o HPV: cosa c’è da sapere?

Autore: Dott. Alessandro Spada
Pubblicato:
Editor: Claudia Serra

Il tumore del collo uterino può essere prevenuto attraverso una diagnosi precoce e il trattamento delle lesioni che compaiono sulla cervice molto prima che si sviluppi il tumore. La causa riconosciuta di questo tumore è l’HPV (Human Papilloma Virus). Con il Dott. Alessandro Spada, specialista in Ginecologia, parliamo dell’HPV e di cosa fare nel caso in cui lo si contragga.

Cos’è l’HPV?

L’HPV (Human Papilloma Virus) è un virus molto comune. Molte donne e uomini saranno affette da questo virus nell’arco della loro vita. Conosciamo circa 100 tipi di HPV. Alcuni infettano solo l’area genitale e possono causare verruche, alcuni causano modesti cambiamenti nelle cellule del collo dell’utero che non hanno nessun rischio di trasformarsi in tumore e, infine, alcuni possono causare modifiche che in presenza di altri fattori favorenti possono trasformarsi in tumore.

donna con mascherina

I tipi di HPV che si riscontrano a livello genitale sono considerati malattie a trasmissione sessuale. L’HPV che causa verruche sulle mani o sui piedi non infetta la regione genitale e, viceversa, quelli genitali non infettano altre zone.

Quanto è comune il Papilloma Virus?

L’HPV è la più comune infezione a trasmissione sessuale. La probabilità di prendere questo virus durante la vita è del 75%. Ciò significa che tutti quelli che hanno rapporti sessuali hanno un’alta probabilità di prendere l’infezione, ma solo una piccola percentuale di donne svilupperà alterazioni cellulari che necessitano di trattamento.

In quasi tutti i casi il nostro sistema immunitario è in grado di controllare o eliminare il virus. Tuttavia se l’HPV non scompare dopo qualche anno ci può essere la possibilità di sviluppare alterazioni con un rischio di evoluzione verso il tumore. Solo molto raramente la presenza di HPV porta al tumore e deve essere inquadrato nella categoria “alto rischio”.

Che cosa è il test per l’HPV?

Il pap test, esame per l’HPV, permette l’identificazione dei 13 tipi di HPV che sono stati trovati associati al tumore del collo dell’utero. La presenza di uno di questi tipi può nel tempo portare ad alterazioni delle cellule, che devono essere trattate per evitare il rischio del tumore.

Come si prende il Virus?

Il virus si prende con contatto pelle-pelle durante i rapporti sessuali. Partner sessuali che non hanno altri contatti sessuali si trasmettono il virus continuamente tra di loro. In altre parole quando il virus è trasmesso, l’essere esposti ancora al virus non rende più difficile eliminare l’infezione. Le difese immunitarie permetteranno di controllare altre eventuali infezioni con lo stesso virus, anche se questo non impedisce infezioni con altri tipi di virus della famiglia degli HPV.

L’HPV può essere trattato?

Non esiste trattamento per le infezioni virali. Tuttavia, si possono trattare le alterazioni che il virus causa a livello del collo dell’utero o dell’apparato genitale. Uno dei consigli più utili è quello di non fumare: il fumo sembra aumentare il rischio di progressione verso alterazioni cellulari. Inoltre, è necessario seguire i consigli per il follow-up del proprio medico.

È, infatti, importante controllare la presenza del virus con il pap-test ogni 6-12 mesi. Anche la sua persistenza al secondo controllo non significa che ci sia un grande rischio di tumore, ma è necessario continuare i controlli ravvicinati.

dottoressa che sorride

Il Papilloma Virus rimane per sempre?

Probabilmente no. L’HPV è molto comune ma in generale scompare entro 1-2 anni. L’unico problema è la necessità di seguire i controlli come da indicazione del medico curante.

Il tumore del collo uterino è comunque molto raro e necessita di tempi molto lunghi per svilupparsi, in genere circa 10-15 anni. I controlli permetteranno sempre una diagnosi precoce delle lesioni che hanno un rischio maggiore di progressione.

Vaccinazione per l’HPV

Esiste ora un vaccino per i tipi di HPV più a rischio di degenerazione tumorale. La vaccinazione è gratuita per ora sulle bambine di 11-12 anni, ma per ulteriori informazioni consiglio di rivolgersi al proprio medico curante.

Dott. Alessandro Spada
Ginecologia e Ostetricia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.