Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies
 Redacción de Topdoctors

Redacción de Topdoctors
Cardiologia

Prevenire la patologia del fegato grasso

Mantenere un peso sano, controllando l'assunzione di grassi e l'esercizio fisico è fondamentale per evitare questo problema di salute.

Circa il 25 al 30% della popolazione occidentale soffre di fegato grasso, una condizione comunemente conosciuta come "fegato grasso". Secondo il dottor Ruperto Olivero, specialista in medicina interna e medicina preventiva presso il Teknon Medical Center, "questa malattia è caratterizzata da un eccessivo accumulo di acidi grassi e trigliceridi all'interno delle cellule del fegato, un processo che ha diverse fasi e alla fine porta alla cirrosi epatica. "

Quali le cause?

"Questa condizione è di solito causata da ingestione di alcool, per presentare il peso eccessivo (obesità) o il diabete di tipo due, ipertrigliceridemia, ipercolesterolemia o sindrome insulino-resistenza. Anche osservato una maggiore predisposizione a soffrire di questa malattia nelle donne e tra le persone che assumono farmaci come il tamoxifene, contraccettivi orali, cortisone e derivati, tetracicline o antidepressivi, tra le altre droghe. "

Obesità, diabete e lipidi nel sangue in eccesso sono i cusas base di questa condizione.

Prevenzione di fegato grasso

Steatosi epatica può essere prevenuta correggendo le sue cause: "E 'necessario la perdita di peso nei pazienti obesi, l'esercizio continuato e il controllo glicemico nei pazienti diabetici. Inoltre, è opportuno stabilire alcune misure dietéti cas, come controllare l'assunzione di alcol e di seguire una dieta è causato da mangiare basso contenuto di grassi ma ricca di fi bre (frutta, verdura, ecc). In eccesso (obesità) o con casi di obesità patologica, il diabete di tipo due, ipertrigliceridemia, ipercolesterolemia o sindrome con la chirurgia bariatrica può essere necessario ", spiega il dottor Ruperto Olivero.

Pubblicato da: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione