Ipercolesterolemia

Specializzazione di Nefrologia

Che cos’è l’ipercolesterolemia?

Si tratta dell’aumento dei livelli normali di colesterolo nel sangue. La presenza eccesiva di colesterolo è legata a problemi coronarici, allo stile di vita, al sesso dell’individuo, alla dieta e alla sintesi endogena dell’organismo.

Vi sono diversi fattori che influiscono sulla patologia, tra cui fattori ereditari e alimentari, oltre ad altri fattori collegati all’attività fisica dell’individuo.

Sintomi dell’ipercolesterolemia

I sintomi non si manifestano fino al momento in cui si verifica un’alterazione cardiovascolare, come l’infarto o l’angina pectoris. Altre volte possono comparire degli accumuli sottocutanei di colesterolo (xantomi o xantelasmi).

Quali sono le cause dell’ipercolesterolemia?

Le principali cause che contribuiscono all’aumento del livello di colesterolo nel sangue sono:

  • Alimentazione poco sana: consumo eccessivo di grassi animali o alcol che fa sì che l’organismo consumi prima gli altri tipi di nutrienti, così il colesterolo non viene smaltito e si accumula nelle arterie.
  • Patologie epatiche, renali ed endocrine.
  • Ipercolesterolemia familiare: malattia ereditaria causata dall’aumento progressivo del colesterolo che non può essere metabolizzato.

Si può prevenire?

Le principali raccomandazioni per prevenire l’ipercolesterolemia sono:

  • Seguire una dieta equilibrata (è importante evitare i grassi saturi).
  • Fare attività fisica in maniera moderata ma regolarmente.

Seguendo questi accorgimenti si possono prevenire o tenere sotto controllo altri fattori di rischio di patologie cardiovascolari che, in alcuni casi, si associano all’ipercolesterolemia, come il diabete, l’obesità o l’ipertensione.

Trattamenti per l’ ipercolesterolemia

In linea di massima tutti i pazienti che soffrono di ipercolesterolemia devono migliorare la propria alimentazione per ridurre i livelli di colesterolo, incrementare l’attività fisica ed eliminare i fattori di rischio che possono derivare dallo sviluppo di patologie associate. Se il miglioramento dell’alimentazione non sortisce alcun effetto, si dovrà aggiungere un trattamento farmacologico personalizzato, poiché dovranno essere presi in considerazione altri fattori di rischio, nonché altre patologie associate.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies