Diete per il colesterolo

Specializzazione di Dietologia

Che cos’è la dieta per il colesterolo?

Al giorno d’oggi, l’ipercolesterolemia è una delle malattie più importanti. È stato dimostrato che avere il colesterolo alto nel sangue è causa diretta di malattie cardiovascolari. Si inizia a considerarlo alto quando il colesterolo totale è sopra i 200 mg/dl, e la situazione si aggrava se si superano i 250 mg/dl. Alcune delle cause più comuni sono predisposizione genetica (il corpo produce più colesterolo del necessario, ne soffrono molti membri di una stessa famiglia), cattive abitudini alimentari (dieta ricca di grassi saturi e zuccheri e povera di frutta e verdura), obesità e/o diabete, tabagismo e mancanza di attività fisica. Gli specialisti in nutrizione e dietetica propongono diete per ridurre i livelli di colesterolo attraverso un’alimentazione sana. Si può agire positivamente sulla salute nel suo insieme, e nello specifico sul colesterolo, con una dieta equilibrata ed esercizio fisico adeguato.

Perché si esegue?

Quando il colesterolo è elevato bisogna prestare molta attenzione all’alimentazione. La prima cosa da correggere è il sovrappeso; in seguito è necessario assumere alimenti che favoriscano la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. In effetti, l’alimentazione ha un ruolo fondamentale, dato che ci sono alimenti che contengono molto colesterolo (di origine animale e di norma ricchi di grassi saturi) e altri che non ne contengono, come verdure e ortaggi, legumi, carni bianche, pesce bianco o latticini scremati, tra gli altri. In ogni caso, una dieta per il colesterolo dev’essere equilibrata e fatta su misura del paziente dallo specialista in nutrizione, che studierà i nutrienti e le vitamine di cui ha bisogno.

In cosa consiste?

Come regola generale, una dieta per il colesterolo dev’essere ricca di:

  • Fibra, che diminuisce l’assorbimento di colesterolo da parte dell’intestino.
  • Acidi grassi insaturi, che aumentano il colesterolo buono o HDL.
  • Antiossidanti, soprattutto vitamine C ed E.

È inoltre necessario:

  • Assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.
  • Consumare più pesce che carne. La carne rossa dovrebbe essere consumata al massimo una volta alla settimana, la carne bianca tre volte, il pesce bianco almeno quattro e il pesce azzurro due.
  • Eliminare gli insaccati che contengono grasso.
  • Moderare il consumo di uova (massimo quattro-sei alla settimana).
  • Eliminare i grassi saturi: paste, biscotti e prodotti da forno.
  • Ridurre al massimo il consumo di zuccheri.
  • Consumare legumi e cereali integrali.
  • Evitare gli alimenti fritti e i grassi che vengono dalla frittura.

Preparazione per la dieta per il colesterolo

È lo specialista in nutrizione e dietetica a occuparsi di preparare la dieta per il colesterolo. Spesso il colesterolo “non arriva da solo” e si accompagna a problemi di peso e altre malattie (pressione alta, acido urico alto, diabete ecc). Per questo è consigliabile personalizzare la dieta, dato che lo specialista terrà in considerazione tutto ciò di cui ha bisogno il paziente prima, durante e dopo la dieta stessa.

Recupero postintervento

La cura di base dopo aver fatto una dieta per il colesterolo dev’essere mantenere le abitudini sane acquisite. L’obiettivo di ogni dieta per il colesterolo è ridurne i livelli nel sangue, oltre a curare qualsiasi altra patologia associata (diabete, obesità, ipertensione arteriosa ecc.) per rendere la vita del paziente più sana.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies