Biopsia epatica

Specializzazione di Gastroenterologia

Una biopsia epatica è una piccola operazione, in cui un campione di tessuto epatico viene rimosso per essere analizzato. In questo modo, è possibile diagnosticare se i nostri organi sono in buona salute e rilevare malattie del fegato come il cancro, infezioni, cirrosi o epatite. Ovviamente, sempre che il resto degli esami effettuati (analisi del sangue, raggi x, ultrasuoni etc.) non siano stati in grado di trovare il problema del cattivo funzionamento epatico. Ci sono diverse tecniche per eseguire una biopsia del fegato, ma le più comuni sono: la biopsia percutanea, che richiede solo un’anestesia locale e consiste nell’inserire un ago con una luce nella parete addominale e permette asportare un piccola parte di tessuto; la biopsia trans-giugulare, raccomandata in pazienti con alto rischio di sanguinamento: si introduce un ago nella vena giugulare che arriva fino al fegato per tagliare un campione di tessuto; puntura- aspirazione con un ago molto fino, utile per individuare malattie diffuse del fegato; la biopsia laparoscopica che, tramite un incisione nella parete addominale, permette di visualizzare il fegato per prendere campioni. 

Video collegati a Biopsia epatica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies