Ecografia morfologica

Specializzazione di Ginecologia e Ostetricia

Cos'è l'ecografia morfologia?

L’ecografia morfologica rappresenta, insieme all’ecografia del primo trimestre, il controllo più importante e dettagliato di tutta la gravidanza. Viene effettuata tra la ventesima e la ventiduesima settimana di gestazione.

In cosa consiste?

L’ecografia morfologica è un’ecografia esterna (addome) molto simile all’ecografia del terzo mese di gravidanza. Attraverso l’utilizzo di un ecografo, precedentemente cosparso di un gel che facilità la trasmissione delle onde e migliora la ricezione delle immagini, il medico sarà in grado di spiegare nel dettaglio i lineamenti del volto e del corpo del bambino.

Perché si esegue?

Può essere eseguita dalla ventesima alla ventiduesima settimana di gestazione al fine di valutare l’anatomia (morfologia) del feto per escludere o accertare la presenza di malformazioni. Prevede, quindi, la valutazione della biometria fetale (delle dimensioni del feto), dell’impianto e della struttura della placenta, della quantità di liquido amniotico, del collo dell’utero.

Lo studio morfologico sistematico analizza:

  • Il sistema nervoso centrale: talami, ventricoli cerebrali, fornice, corpo calloso, scissure evidenziabili a tale epoca, cervelletto, cisterna magna e fossa cranica posteriore
  • Il volto: naso, narici, labbra, orbite, cristallini, palato
  • Il sistema scheletrico: integrità della colonna vertebrale, ossa lunghe, mani, piedi
  • Il torace: diaframma, polmoni, cuore, grossi vasi
  • Il tratto gastrointestinale: stomaco, fegato, colecisti, intestino
  • L’apparato genito urinario: reni, vescica, sesso

Quando si effettua l'ecografia morfologica

L’ecografia morfologia deve essere effettuata necessariamente nei periodi sopraindicati della gestazione, per due motivi principali:

  • È il momento in cui il feto si trova nelle condizioni migliori per essere analizzato (favorito da un rapporto ottimale tra le dimensioni del feto e la quantità di liquido amniotico);
  • L’interruzione della gravidanza è vietata dalla legge dopo questo periodo determinato.

Nei casi in cui ci sia un rischio malformativo elevato è necessario effettuare l’ecografia morfologica tra la sedicesima e la diciottesima settimana (pre-morfologica), al fine di effettuare un’analisi precoce della morfologia fetale e di consentire alla coppia di effettuare esami genetici specifici (cariotipo fetale, array-CGH, DNA fetale su sangue materno), per approfondire il quadro diagnostico.

Preparazione per l'ecografia morfologica

Non esiste alcuna preparazione che la paziente deve adottare per eseguire una ecografia morfologica. Talvolta la posizione ed l’atteggiamento fetale non consentono la corretta valutazione degli organi interni per cui l’esame può avere una durata maggiore e o essere ripetuto a distanza di pochi giorni.

Cosa si prova durante l'esame?

L’esame è indolore per la paziente e non provoca alcun effetto sul feto.

Significato di risultati anomali

L’esame viene eseguito da un ginecologo ostetrico esperto in ecografia ostetrica e in caso si evidenzino anomalie strutturali sospette si invita la paziente a ripetere l’esame in un centro specializzato di II livello.

Nuove tecniche

La possibilità di eseguire ecografie morfologiche con Tecnologia sonografica 3D e/o 4D consente una migliore definizione di organi ed apparati.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies