Embolia

Specializzazione di Angiologia

Che cos'è l'embolia?

Per embolia si intende l'ostruzione di un'arteria corporale, che comporta la diminuzione o perfino l'interruzione completa della circolazione sanguigna. Di solito, un embolo si deve a un piccolo corpo che si è distaccato da altre parti dell'organismo diverse dal luogo dove avviene, e qui trasportato dalla corrente sanguigna fino a causare il collasso di un vaso con un diametro insufficiente per lasciarlo transitare liberamente. Di conseguenza, si produce un'ischemia nella zona del vaso interessato. Esistono diverse forme cliniche di embolia: l'embolia cerebrale, in cui l'ostruzione colpisce un vaso cerebrale e si manifesta in un quadro più o meno grave di ictus; l'embolia polmonare, occlusione dell'arteria polmonare che può causare la mancanza di funzionamento di una parte del polmone, o in casi gravi la morte immediata; l'embolia dell'arteria centrale della retina, che può portare alla cecità dell'occhio colpito.

Quali sono sintomi?

I sintomi che possono verificarsi includono l'abbassamento della temperatura in braccia o gambe, diminuzione o assenza di polso arterioso, mancanza di mobilità in un braccio o gamba, dolore e spasmi muscolari nella zona interessata, intorpidimento, debolezza, formicolio e / o pallore del parte affetta. Successivamente possono verificarsi anche bolle, distacco della pelle, ulcere cutanee e necrosi. Inoltre, a seconda dell'organo interessato, si presenta dolore nella parte coinvolta e riduzione della funzionalità dell'organo.

Cause dell'embolia o perché si verifica

Le embolie possono essere causate dall'incrostazione di un corpo estraneo o embolo (trombo sanguigno, grasso, liquido amniotico o parassiti) o dall'infezione della zona interessata. Inoltre, anche l'accumulo di cellule tumorali che migrano dal tumore originario può condurre ad embolia e metastasi. Un'altra causa è l'embolia d'aria, cioè l'accumulo d'aria causato da lesioni alle vene o complicazioni postoperatorie.

Si può prevenire?

È possibile prevenire l'embolia con l'identificazione di possibili generatori di coaguli di sangue. Inoltre, si dovrà anche tener conto del ritmo e della qualità della vita che il paziente segue. Il tabacco, la mancanza di esercizio fisico, l'ipertensione, livelli di colesterolo anomali, il diabete, l'obesità e lo stress sono fattori di rischio che coinvolgono lo sviluppo di un'embolia.

Qual è il trattamento?

Gli obiettivi del trattamento sono controllare i sintomi e migliorare il flusso sanguigno interrotto della zona interessata. Sul piano farmacologico lo specialista potrà prescrivere anticoagulanti per prevenire la formazione di coaguli e disgregarli dove presenti, farmaci antipiastrinici, analgesici per via endovenosa e trombolitici. In alcuni casi sarà necessario un intervento chirurgico di bypass dell'arteria per originare una seconda fonte di flusso, la rimozione del coagulo mediante catetere a palloncino posto nell'arteria interessata o per chirurgia aperte nell'arteria (embolectomia) e apertura dell'arteria con catetere a palloncino (angioplastica), con o senza un'endoprotesi vascolare (stent).

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies