Emorragia digestiva

Specializzazione di Gastroenterologia

Che cosa è un'emorragia digestiva?

L'emorragia digestiva è il sanguinamento che si verifica nell'apparato digerente. Può essere alta se si verifica nell'esofago, nello stomaco o all'inizio dell'intestino tenue, o bassa se avviene nel resto dell'intestino tenue, nell'intestino crasso, nel retto o nell'ano.

Quali sono i sintomi? 

Si può rilevare con la presenza di sangue nelle feci, anche se vi possono essere altri sintomi:

  • Feci picee e scure
  • Grandi quantità di sangue provenienti dal retto
  • Vomito di sangue

Quali sono le cause?

Il disturbo può essere associato a condizioni non gravi, come ragade anale o emorroidi, ma può anche essere un sintomo di malattie più gravi, tra le quali:

  • Cancro del colon
  • Cancro dello stomaco
  • Tumore all'intestino tenue
  • Polipi intestinali (condizione precancerosa)

Altre cause possono essere: diverticolosi, varici esofagee, morbo di Crohn, sindrome di Mallory-Weiss, esofagite, ulcera gastrica, angiodisplasia.

Qual è il trattamento?

L'emorragia gastrointestinale può richiedere cure primarie immediate. Il trattamento di emergenza può comportare:

  • Trasfusioni di sangue
  • Iniezioni per endovena di liquidi e farmaci.
  • Esofagogastroduodenoscopia (EGD) (posizionare un tubo sottile con una telecamera all'estremità attraverso la bocca fino dentro all'esofago, allo stomaco e all'intestino tenue)
  • Lavanda gastrica (posizionare un tubo nello stomaco per svuotarne il contenuto)

Una volta che la condizione è stabile viene effettuato un esame medico e una verifica dettagliata dell'addome.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies