Ernia del disco lombare

Specializzazione di Ortopedia e Traumatologia

Che cos’è l’ernia del disco lombare?

Il termine ernia del disco, detta anche ernia discale o dislocazione discale, si riferisce a una condizione che interessa uno dei dischi nella colonna vertebrale. Tra una vertebra e l’altra della colonna vertebrale vi è un cuscino, noto con il nome di disco intervertebrale.

Una lacerazione nell’anello esterno fibroso di uno dei dischi può far sì che la porzione centrale del disco, simile a una gelatina, fuoriesca, dando origine a un’ernia del disco, più comunemente indicata con il nome di dislocazione discale. Benché si possa verificare in qualsiasi punto della colonna vertebrale, appare più comunemente nella parte bassa (lombare) della schiena.

Sintomi dell’ernia del disco lombare

Il sintomo più comune di un’ernia del disco lombare è il mal di schiena. Se il disco preme sui nervi circostanti è possibile avvertire dolore, intorpidimento o formicolio a braccia o gambe e debolezza. È anche normale avvertire un dolore intenso ai glutei, alle cosce e persino ai piedi. In alcuni casi non vi è alcun sintomo.

Diagnosi per l’ernia del disco lombare

La diagnosi d’abitudine viene effettuata come segue:

  • Visita obiettiva (può includere un esame di flessione della coscia a gamba tesa e una pressione sul nervo, oltre all’analisi della postura, dei riflessi e della muscolazione del paziente);
  • Elettromiografia;
  • Elettroneurografia;
  • Tomografia computerizzata;
  • Risonanza magnetica;
  • Radiografia.

Quali sono le cause dell’ernia del disco lombare?

La causa più comune è l’usura graduale nel corso dell’invecchiamento. Più una persona invecchia, più si riduce il contenuto di acqua dei dischi intervertebrali, rendendoli meno flessibili e più propensi alla rottura. Inoltre, piegarsi, torcersi, sollevare oggetti pesanti in modo maldestro, l’obesità oppure un infortunio o un trauma possono tutti contribuire a far aumentare lo sforzo a carico della schiena.

Si può prevenire?

Il rischio che appaia una dislocazione discale può essere ridotto mantenendo uno stile di vita sano e un peso sano, facendo in particolare esercizio fisico regolare. Inoltre, quando si sollevano oggetti pesanti è utile utilizzare una tecnica sicura che consenta di evitare sforzi inutili. Anche il fumo fa perdere la flessibilità ai dischi e smettere può aiutare a ridurre le probabilità di soffrire di un’ernia del disco.

Trattamenti per l’ernia del disco lombare

La maggior parte delle ernie del disco migliora gradualmente e il trattamento può consistere semplicemente nell’evitare posizioni dolorose, nel fare esercizi leggeri e nell’assumere antidolorifici. Normalmente si impiega anche la fisioterapia nel trattamento di una dislocazione discale, redigendo piani per gli esercizi e praticando posizioni e massaggi per trattare l’infortunio.

Vengono utilizzati farmaci per alleviare il dolore e il tipo impiegato dipenderà dalla gravità della condizione. Gli antidolorifici da banco vengono utilizzati per casi lievi, mentre gli antidolorifici più potenti vengono prescritti per i casi più gravi. Inoltre, in alcuni casi, si eseguono iniezioni antinfiammatorie direttamente nella colonna vertebrale al fine di alleviare un dolore intenso nel breve termine e, in alcuni casi, vengono anche utilizzati dei miorilassanti.

L’intervento chirurgico può rappresentare una valida opzione nel caso in cui i sintomi non migliorino o siano particolarmente intensi. Si può eseguire un’operazione nota con il nome di discectomia per rimuovere una porzione del disco allo scopo di allentare la pressione sui nervi circostanti.

A quale specialista rivolgersi?

È opportuno rivolgersi a un ortopedico perché possa seguire il paziente in tutte le fasi del disturbo, dalla sua diagnosi al trattamento.

Video collegati a Ernia del disco lombare


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies