Isterosalpingografia

Specializzazione di Radiologia

Che cos’è un’isterosalpingografia (ISG)?

L’isterosalpingografia (ISG), conosciuta anche con il nome di uterosalpingografia, è una scansione radiografica dell’utero femminile e delle tube di Falloppio che utilizza uno speciale tipo di radiografia chiamata fluoroscopia e un materiale di contrasto. La fluoroscopia è un tipo di radiografia che consente al radiologo o al ginecologo di osservare gli organi interni in movimento, permettendo di determinarne il funzionamento.

In che cosa consiste?

La procedura può essere eseguita in ambulatorio e consiste nello sdraiarsi su un tavolo d’esame, in modo simile ad un esame ginecologico, sotto ad un apparecchio radiografico (il fluoroscopio). Successivamente, nella vagina viene inserito uno speculum per mantenere aperta la cervice per l’intera durata della scansione. In seguito, la cervice viene pulita dal ginecologo, che vi inserisce un catetere, mentre lo speculum viene rimosso. Successivamente, il catetere viene riempito con materiale di contrasto e il fluoroscopio può così acquisire le immagini. Tali immagini mostrano il contorno dell’utero e delle tube di Falloppio nonché il movimento del fluido che vi scorre all’interno. Una volta acquisite le immagini il catetere viene rimosso. La procedura di solito richiede fino a 30 minuti.

Perché si esegue?

L’isterosalpingografia viene di norma utilizzata per esaminare le donne che hanno difficoltà a rimanere incinte. L’isterosalpingografia è in grado di stabilire se nelle tube di Falloppio vi siano delle ostruzioni che potrebbero impedire allo sperma di raggiungere l’ovulo oppure ad un ovulo fecondato di raggiungere l’utero. L’ISG, inoltre, è in grado di rilevare eventuali legature tubariche e può essere utilizzata anche per controllare l’eventuale presenza di masse tumorali, fibromi uterini o aderenze. 

Preparazione per l’isterosalpingografia

Alla paziente verrà consigliato di assumere degli antidolorifici da banco un’ora prima della procedura ed andranno rimossi tutti i gioielli. 

Che cosa si prova durante l’esame?

Durante l’isterosalpingografia si dovrebbe provare solo un lieve disagio e, potenzialmente, dei crampi quando viene inserito il catetere e il materiale di contrasto viene iniettato. Non di rado le pazienti presentano un lieve spotting (perdite di sangue) vaginale per alcuni giorni dopo la procedura.

Significato di risultati anomali

Un radiologo analizzerà e interpreterà le immagini acquisite e condividerà una relazione con lo specialista della paziente. Lo specialista discuterà dei risultati insieme alla paziente e chiarirà se saranno necessari ulteriori esami. Qualora i risultati indichino che le tube di Falloppio sono ostruite, potrebbe essere necessaria una laparoscopia al fine di ottenerne conferma. Sulla base dei risultati sarà possibile discutere degli eventuali trattamenti, tra cui i trattamenti per la fertilità come la fecondazione in vitro (FIVET).

Video collegati a Isterosalpingografia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies