Mammografia digitale

Che cos'è la mammografia digitale?

La mammografia digitale è una procedura di recente introduzione che, rispetto alla mammografia standard, riduce di circa un terzo le radiazioni ionizzanti somministrate e possiede una maggiore sensibilità (circa il 30%) che la rende in grado di identificare lesioni pre-cancerose. Inoltre, è supportata da un’elevata qualità dell’immagine riportata sul monitor e dalla possibilità di compensare eventuali errori di esposizione.  

In cosa consiste?

L’esame dura pochi minuti e si avvale di un particolare strumento chiamato mammografo che trasmette un fascio di raggi X sul seno. La mammella dovrà essere posizionata su un apposito sostegno e compressa tra due piastre plastificate al fine di migliorare la qualità dell’immagine ottenuta, ridurre le radiazioni trasmesse, differenziare in modo ottimale il tessuto adiposo da quello ghiandolare ed aumentare la sensibilità diagnostica dell’esame.

Perché si esegue?

La mammografia, sia digitale che non, è una procedura diagnostica fondamentale per individuare precocemente il tumore al seno. Questa tecnica è infatti in grado di identificare le lesioni mammarie anche in fase precoce (opacità nodulari a margini irregolari, aree di distorsione strutturale, microcalcificazioni polimorfe, ecc.).

Preparazione per la mammografia digitale

Questo esame non necessita alcuna preparazione, se non l’accorgimento (per chi ancora non ha raggiunto la menopausa) di sottoporsi alla procedura tra il 5 ° ed il 12 ° giorno dall'inizio della mestruazione. Questo eviterà che il seno sia teso e dolente a causa del periodo ovulatorio.

Cosa si prova durante l’esame?

In genere l’esame si esegue senza la necessità di anestesie e non è doloroso per la paziente.

Este sitio web utiliza Cookies propias y de terceros para recopilar información con la finalidad de mejorar nuestros servicios, para mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias, así como analizar sus hábitos de navegación..