Neuralterapia

Specializzazione di Odontoiatria

Che cos’è la Neuralterapia?

La neuralterapia è una tecnica di medicina nata nel 1925 in Germania, utilizzata nel trattamento del dolore, cronico e acuto, per malattie reumatiche, nevralgie, dolori post-trauma, post-chirurgici e nel trattamento di diverse patologie. Si tratta di una terapia con scarsi effetti collaterali che riequilibra e riattiva la capacità di guarigione del nostro corpo. 

Perché si realizza?

Questa tecnica viene impiegata per il trattamento di malattie reumatiche, sintomatologia dolorosa post-chirurgica, post-trauma e nevralgie. In particolare, viene impiegata per la cura di emicranie, cefalee croniche, tutte le forme di artriti e artrosi comprese quelle di natura traumatica, lombalgie, sciatalgie, malattie vascolari, gastro-intestinali, dell’orecchio, broncopolmonari e di qualsiasi altro organo o apparato, ipo-ipertiroidismo, disturbi ginecologici o andrologici.

In che cosa consiste?

La neuralterapia si effettua per mezzo di iniezioni di anestetici locali, quali la procaina, in dosi altamente diluite, utilizzati quindi non per le loro azioni anestetiche, ma per le loro capacità di rigenerazione cellulare. Queste infiltrazioni si effettuano con un ago piccolo e molto sottile dentro o sotto la pelle, nelle articolazioni, nei plessi nervosi, nei muscoli in altri punti nevralgici come cicatrici o organi, con il fine di eliminare centri di irritazione o di riattivare circuiti di regolazione disturbati. A seconda della risposta al trattamento da parte del paziente, si possono effettuare da 3 a 10 sedute per un massimo di due a settimana. 

Quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali?

Gli effetti collaterali di questo trattamento, seppur molto rari, sono legati all’utilizzo dell’ago. Si può verificare, ad esempio, un’infezione, una rottura dell’ago, un ematoma o un danno nervoso. L’anestetico locale inoltre, potrebbe causare, in casi estremamente rari, shock anafilattico o reazioni allergiche, tuttavia facilmente evitabili e prevedibili con un’accurata anamnesi precedente. Tra le controindicazioni principali della neuralterapia troviamo: grave insufficienza renale, allergia ad anestetici locali, insufficienza epatica, gravidanza, insufficienza cardiaca scompensata e terapie coagulanti.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies