Psicodramma di Moreno

Che cos’è lo Psicodramma di Moreno?

Lo Psicodramma è una tecnica psico-terapeutica ideata dal medico Jacopo Levy Moreno. Si tratta di una tecnica di gruppo che mescola la psicologia, la sociologia ed il teatro con la finalità di “mettere in scena” esperienze passate e/o traumatiche. L’”attore” può così ricordare e rievocare l’evento sotto due prospettive, quella del protagonista e quello dello spettatore, permettendogli una rielaborazione volta al processo di guarigione.

Perché si esegue?

Spesso risulta difficile dare forma ad emozioni e pensieri attraverso la comunicazione verbale e, quando ci si riesce viene comunque filtrata da processi mentali automatici e razionali. Con lo Psicodramma, il Direttore/Terapista chiede al paziente di recitare l’evento e/o emozione, in modo da togliere i paletti della razionalità del discorso premeditato e lasciare spazio alla naturalezza dell’improvvisazione fisica. Eliminando i “filtri di protezione”, il paziente prende maggior coscienza delle sue azioni e sentimenti e può iniziare il processo di guarigione.

Come funziona lo Psicodramma di Moreno?

Come anticipato, le sessioni sono di gruppo ed hanno una durata che varia dalle 2 alle 4 ore ciascuna. La terapia, perché sia efficace, dovrà essere svolta per un minimo di una volta a settimana per un totale di un minimo di 10 incontri. Durante la terapia, tanto il “direttore-terapista” quanto i “pazienti-attori” propongono scene da drammatizzare in base ad avvenimenti passati, emozioni in corso nel presente ed aspettative/paure del futuro. Si possono drammatizzare anche sogni, illusioni e pensieri astratti, niente viene escluso dallo psicodramma se può essere d’aiuto al paziente.

Nella maggioranza dei casi, il personaggio principale della scena è la persona protagonista nella vita reale dell’avvenimento, mentre gli altri saranno i suoi Ausiliari che lo aiuteranno nella drammatizzazione. Nel caso si affronti una problematica che riguarda tutto il gruppo, tutti saranno protagonisti allo stesso livello.

Generalmente, una sessione di Psicodramma si suddivide in tre momenti:

  1. Riscaldamento. Prevede una serie di tecniche di “warming up” teatrali per permettere al gruppo di sciogliere il ghiaccio, prepararsi alla messa in scena senza il blocco della vergogna e generare una dinamica di gruppo;
  2. Messa in scena. Momento di vera e propria attuazione che può assumere la forma di monologo, role-playing, improvvisazione di gruppo... ;
  3. Conclusioni finali. Il gruppo si siede per commentare la sessione, metabolizzare e prendere coscienza di tematiche e punti caldi emersi durante la drammatizzazione. Il gruppo stesso svolge un'analisi guidata dal Direttore/Terapista.
Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..