Tossicodipendenza e alcolismo

Specializzazione di Psicologia

Che cosa sono la tossicodipendenza e l’alcolismo?

Con tossicodipendenza ed alcolismo (dipendenza da alcol), si fa riferimento alla patologia cronica in cui l’organismo diventa dipendente da qualcosa, con il conseguente comportamento di assuefazione e tolleranza. Nel primo caso si tratta di stupefacenti, nel secondo di alcol, ma si può essere dipendenti anche dal gioco (ludopatia). Nel caso dell’alcolismo, questo è solitamente successivo alla dipendenza da alcol di origine prettamente psicologica, nella quale il soggetto inizia a soffrire di problemi lavorativi e sociali derivanti dall’eccessivo consumo di bevande alcoliche, principalmente per sollevarsi da situazioni pesanti o per una temporanea euforia. Nella tossicodipendenza, invece, le sostanze stupefacenti sono sentite come un legame indissolubile, pena la manifestazione di sintomi fisici da astinenza.

Sintomi della tossicodipendenza e dell’alcolismo

I principali sintomi sono caratterizzati da una ricerca compulsiva delle sostanze e da assuefazione e tolleranza, ossia la necessità di quantità sempre più elevate per contrastare la diminuzione dell’effetto inebriante. Molto spesso si verifica un cambiamento dello stile di vita del soggetto, con una maggiore tendenza all’isolamento fino alla perdita di tutte le relazioni sociali; la capacità di esprimersi è ridotta e viene persa la capacità di coordinare i movimenti e l’equilibrio. Alcuni soggetti tendono a diventare violenti, prima verbalmente e poi fisicamente. A livello fisico, viene colpito il fegato (cirrosi), il pancreas (pancreatite cronica), insorgono disturbi digestivi, un rimpicciolimento del cervello e una carenza di fibre (materia bianca).

Quali sono le cause della tossicodipendenza e l’alcolismo?

È frequente trovare una correlazione tra la dipendenza da droghe e alcol e lo stato familiare o la presenza di altre malattie psichiatriche. Nel primo caso, quando ci si trova di fronte ad un ambiente traumatico nell’infanzia, ad uno stato familiare precario, nel quale uno dei genitori è dipendente da alcol, la probabilità che il figlio ne soffra aumenta sensibilmente. Nel secondo caso, la depressione, una bassa autostima, situazioni di stress e un’incapacità di regolare le proprie emozioni, sono fattori che possono portare una persona ad avvicinarsi a queste sostanze come soluzione di alleviamento. In generale gli uomini che soffrono di alcolismo sono il doppio delle donne.  

Trattamenti per la tossicodipendenza e l’alcolismo

Le persone che riescono ad uscire dalla tossicodipendenza e dall’alcolismo in maniera autonoma sono ben poche, per questa ragione la scelta migliore è farsi aiutare da uno specialista, oltre ad avere il supporto di parenti e amici. I principali disturbi fisici legati all’astinenza sono ansia, insonnia, nausea, vomito e tremori, che si possono evitare bevendo 1.5-2 litri di liquidi al giorno, con esclusione di quelli zuccherati. Al soggetto vengono inoltre prescritte delle benzodiazepine a dosi elevate durante le prime 48 ore, insieme a della vitamina B1. I benefici, tra cui una minore sensazione di stanchezza e il ritorno dell’appetito, si vedranno dopo 3-4 giorni dall’inizio del trattamento.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies