Dermatite atopica ed eczemi: tipologie e trattamento

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 29/10/2018
Editor: Top Doctors®

L’eczema si riconosce dall’apparizione sulla pelle di rossori e piccole bolle, chiamate vescicole, che danno forte prurito. Queste lesioni possono restare per giorni o anche per settimane sulla pelle. Ce ne parla il nostro esperto in dermatologia

Cos’è un eczema da dermatite atopica?

Le persone affette da dermatite atopica tendono a grattarsi e a rompere le vescicole a causa del forte prurito. Queste piccole bolle contengono un liquido che una volta liberato da alla pelle un aspetto più spesso e secco.

L’eczema può venire in qualsiasi parte del corpo, anche se le lesioni possono persistere e diventare croniche in specifiche parti del corpo, compromettendo molto la normale vita di un paziente. 

Esistono due tipi di eczemi: quello acuto dove la pelle presenta un eritema e vescicole, e quello cronico dove la pelle diventa più spessa e secca.

Qual è la causa dell’eczema?

L’eczema per irritazione o per contatto con un elemento irritativo può essere causato appunto dal contatto con sostanze o materiali che provocano l’allergia. Un caso molto comune è quello del prurito alle mani a causa del contatto con dissolventi, terra, fogli, cartone,… Queste sostanze rovinano le mani e le fanno perdere molte volte il loro grasso naturale. Anche il freddo e il vento possono irritare la pelle, e incrementare quindi la possibile apparizione di un eczema.

L’eczema causato dalla dermatite da contatto può essere anche causato per contatto con sostanze a cui normalmente non si è allergici. L’individuo in questione, dopo aver toccato molte volte, o essere stato in prossimità di questa sostanza, può esserne affetto in modo negativo. Ad esempio un operaio che lavora nel cemento può diventare allergico al cromo che si trova all’interno di esso.

Come riconoscere la dermatite atopica o gli eczemi?

È importante che il paziente che presenti un eczema sulla sua pelle si faccia vedere da uno specialista in dermatologia. Il dermatologo ha come compito di valutare la gravità dell’eczema del paziente. Bisogna poi eseguire le analisi necessarie per capire a cosa il paziente è diventato allergico, tramite analisi come il patch test o altre prove allergiche. In generale si applicano varie sostanze sulla pelle del paziente e si definisce poi a cosa è allergico in base alla reazione della pelle.  

Quali sono i sintomi della dermatite atopica?

L’eczema è presente nel 10% dei bambini ed è generalmente ereditario. Il bambino che ne è affetto è nato in una famiglia dove ci sono malattie di origine atopica, come asma atopica, rinite allergica, o dermatite atopica. 

L’eczema dovuto a pelle atopica viene il più delle volte in parti specifiche del corpo come ai gomiti, nella parte posteriore delle ginocchia, sulle labbra o le braccia. Molte volte le lesioni appaiono in modo simmetrico sulla pelle e sono sempre molto irritanti. 

Come curare le irritazioni dovute a eczemi?

Non esiste una cura che faccia passare il problema definitivamente. Esistono vari trattamenti che possono essere prescritti dal dermatologo. La dermatite più acuta è quella dei bambini, che tendono a grattarsi di più e a infettare così la loro pelle. I bambini devono per questo essere assistiti e aiutati di più nelle cure, con vestiti che siano esclusivamente in cotone, molte creme idratanti, bagni rilassanti e saponi naturali che non secchino la pelle.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies