Insonnia: il più comune disturbo del sonno

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

L’insonnia è una patologia caratterizzata da difficoltà nel prendere sonno o nel dormire per un lungo periodo di tempo. Il soggetto affetto da insonnia presenta particolari problemi a riposare per un certo numero di ore, sufficienti a garantire l’energia vitale durante il giorno. I sintomi legati all’insonnia riguardano la difficoltà di concentrazione, disturbi della memoria, irritabilità, stanchezza, ecc. Tale patologia, inoltre, facilita la comparsa di altri disturbi come l’ipertensione, patologie cardiovascolari e diabete. Grazie alla collaborazione con il nostro esperto in Neurologia, l'articolo spiega come trattare l'insonnia

Quali sono le cause principali legate all’insonnia?

Le cause dei problemi legati al sonno possono essere molteplici: di origine respiratoria, neurologica, psicologica, legate ad una disfunzione dell’organismo, dovute a farmaci che alterano il sonno durante la notte. Da un punto di vista clinico, l’aspetto importante da tenere in considerazione è che risulta difficile delineare le cause del quadro patologico, pertanto a volte occorre effettuare degli esami approfonditi.

 

Quale procedimento deve seguire il paziente nei centri specializzati per il trattamento dell’insonnia?

Il paziente che viene seguito all’interno di un centro specializzato per il trattamento dell’insonnia riceve l’attenzione di uno specialista che ne valuta la cartella clinica. In base alla diagnosi sospetta vengono effettuati alcuni test specifici; quello più comune è il test del sonno, che consiste nel trascorrere la notte in una stanza dove vengono analizzati i segnali biologici forniti attraverso degli elettrodi appositamente collocati sulla pelle del paziente al fine di comprendere quello che accade durante il sonno. Vi sono altre tipologie di esami: dal test dell’immobilizzazione o della secrezione di melatonina per eventuali problemi di ritmo legati al sonno fino ad esami di biofeedback per individuare problemi nella disattivazione del tono muscolare.

 

Come viene curata l’insonnia?

Il trattamento di questo tipo di disturbo del sonno dipende dalla causa scatenante associata. Nel caso in cui l’insonnia è associata a disturbi medici (neurologici, respiratori, digestivi, ecc.) viene trattata la causa relativa. Invece, nel caso in cui ci si trova di fronte a fenomeni di insonnia primaria, ovvero quella che non prevede cause mediche specifiche, ci si affida a trattamenti basati sulla modifica del comportamento, cioè programmi di ‘rieducazione al sonno’. Questi ultimi durano circa 2-3 mesi e producono un miglioramento significativo in gran parte dei pazienti che soffrono di insonnia. 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Neurologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies