La giusta alimentazione per l’ipertensione

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Quando un paziente è affetto da ipertensione o ipertensione arteriosa significa che soffre di un’elevata pressione nelle arterie. Se i valori della pressione sono compresi tra i 130-139/80-89 mmHg si parla di pre-ipertensione, mentre se sono uguali o superiori ai 140/90 viene considerata ipertensione. In entrambi i casi è raccomandabile prestare attenzione al peso e all’alimentazione per evitare che i valori salgano danneggiando la salute.

 

 


Sane abitudini quotidiane


Innanzitutto bisogna cercare di ridurre il sovrappeso e l’obesità: un peso eccessivo è già di per sé un problema per la salute, ma lo è ancor di più nei pazienti che soffrono di ipertensione. Controllare il proprio peso in questi casi è fondamentale per evitare rischi.


È inoltre consigliabile ridurre il consumo eccessivo di alcool. Nonostante alcuni specialisti assicurano che un bicchiere di vino o di birra portano dei benefici a livello cardiovascolare, oltrepassare questa quantità può risultare molto pericoloso se si soffre di ipertensione.


Il sale: il nemico numero uno degli ipertesi


Il primo passo da compiere per chi soffre questa patologia è quello di eliminare il sale. È vero che il sodio è indispensabile per il funzionamento dei muscoli e dei nervi, ma è anche vero che le quantità contenute negli alimenti sono già sufficienti per soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero. Il sodio è l’elemento che regola la pressione delle arterie e perciò è bene che gli ipertesi stiano attenti a non esagerare con il sale.


Raccomandazioni nutrizionali


Seguire una dieta cardio-salutare non significa solamente avere un’alimentazione povera di sale. È necessario mangiare molta frutta, verdura e legumi ed evitare i grassi saturati. Ecco i nostri consigli:


•    Evita gli insaccati, il latte intero e le carni grasse
•    Consuma almeno 3-4 volte a settimana pesce
•    Scegli oli vegetali, preferibilmente l’olio d’oliva, per cucinare e condire i tuoi piatti
•    Modera il consumo di grassi scegliendo metodi di cottura alternativi (al vapore, alla piastra, alla griglia…) ed evitando i fritti e le impanature.


Questo tipo di dieta è salutare per il sistema cardiovascolare anche perché, il gran consumo di frutta e verdura unito ad un basso consumo di sale, aumenta l’effetto diuretico che a sua volta favorisce l’abbassamento della pressione arteriale

Articolo redatto con la collaborazione della Dottoressa Júlia Farré Moya

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dietologia


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..