La lombalgia negli anziani: cause e consigli utili!

Autore: Dott. Ennio Ferlazzo
Pubblicato: | Aggiornato: 13/11/2018
Editor: Antonietta Rizzotti

La lombalgia, più comunemente conosciuta con il nome di mal di schiena, con l’aumentare dell’età, si può manifestare con più frequenza. In età adulta si ha il rischio di avvertire sempre di più il dolore spinale, quello proveniente dalle vertebre. Ne parla il Dott. Ennio Ferlazzo, esperto in Fisiatria a Messina.

Quali sono le principali cause della lombalgia negli anziani?

Le cause principali del mal di schiena negli anziani, sono spesso legate alla carenza di “lubrificazione” nelle articolazioni intervertebrali, condizione determinata dall’usura delle componenti della colonna vertebrale. Questo è un normale processo che si verifica durante l’invecchiamento. Generalmente il dolore avvertito è localizzato nell’area soprastante l’osso sacro ed ai glutei. In alcuni casi esso raggiunge anche gli arti inferiori dando luogo alla sciatalgia.

Le cause che favoriscono il mal di schiena negli anziani sono rappresentate da:

  • Usura dovuta ad artrosi delle articolazioni della colonna vertebrale (spondiloartrosi).
  • Minore spessore e resistenza dei dischi intervertebrali;
  • Protrusioni, ernie discali;
  • Stenosi secondaria ad artrosi del canale spinale;
  • Eventuali frattura vertebrali generate da carenza di mineralizzazione;
  • Involuzione fibro-adiposa della muscolatura del tronco;
  • Sedentarietà;
  • Sovrappeso.

Quali sono i consigli per evitare di soffrire di lombalgia?

È certamente utile attuare uno stile di vita sano, cercando, compatibilmente con lo stato di salute generale, di mantenere un costante livello di attività motoria che, nel caso dei soggetti anziani, non potrà che essere dolce e poco faticosa (passeggiare, usare le scale in luogo dell’ascensore, fare alcuni semplici esercizi quotidiani per la zona lombare, andare in bici…)

Allo stesso tempo è opportuno non chiedere troppo alla propria colonna (che non è più quella di un ventenne!), stando pertanto attenti al modo con cui si movimentano oggetti pesanti, evitando sforzi ripetuti e posture scorrette.

Un altro importante consiglio per scongiurare il rischio di una lombalgia persistente è il controllo del proprio peso. È risaputo che il peso eccessivo grava sulle articolazioni peggiora la postura, l’equilibrio e la coordinazione, compromettendo la possibilità di muoversi in sicurezza.

Nei casi in cui il dolore lombare sia continuo o invalidante è utile sottoporsi a visita medica per ricercarne le cause ed affrontarlo con cure adatte al singolo caso.  

Dott. Ennio Ferlazzo
Fisiatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies