Le diverse tipologie di macchie sulla pelle

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Le macchie della pelle non sono altro che quelle zone cutanee dove si produce o si accumula una maggior quantità di pigmento (melanina) rispetto ai livelli standard. Il nostro esperto in Dermatologia ci spiega come le cause siano principalmente dovute ai raggi ultravioletti e la maggior parte delle macchie possano essere rimosse o trattate attraverso varie tecniche dermatologiche

Tipi di macchie sulla pelle

Le lentigo e il melasma sono due tipi distinti di macchie sulla pelle e sono provocati dalle radiazioni ultraviolette. Vi sono alcune zone cutanee che possono essere più o meno pigmentate, ma non sono semplici macchie. Ci riferiamo alla cheratosi seborroica, a quella lichenoide e attinica o alle verruche pigmentate. In questi casi, la pelle non ha un aspetto normale poiché presenta gonfiore e ha una consistenza differente.

 

Perché compaiono le macchie sulla pelle?

Ciascuna tipologia di macchia possiede una causa specifica. Le macchie come le lentigo sono causate da una esposizione cronica al sole. Nella maggior parte dei casi rappresentano solo un problema estetico; tuttavia, a volte possono degenerare e, per questo motivo, occorre prestare attenzione ai cambiamento delle macchie (per colore, forma o dimensioni). Nel caso del melasma le radiazioni ultraviolette sono le principali responsabili insieme a fattori ormonali. La cheratosi seborroica è legata ad una predisposizione familiare/personale e possono essere più o meno pigmentate. La cheratosi lichenoide compare soprattutto nelle zone della pelle esposte alla luce del sole (braccia e gambe) e le macchie sono completamente benigne e soggette a brevi infiammazioni durante la primavera. Un’infezione virale per contatto, invece, causa la comparsa delle verruche piane. Queste ultime sono di colore normale o leggermente pigmentate. La cheratosi attinica, infine, è una lesione pre-solare ed è necessario trattarla affinché non si evolva in un carcinoma cutaneo. 

 

Come possono essere distinte tali lesioni tumorali della pelle?

Qualsiasi macchia della pelle che comincia a cambiare colore o consistenza deve essere sottoposta all’occhio esperto di uno specialista. Per esempio, il cambio di colore di una lentigo in un paziente che è rimasto esposto alla luce del sole a lungo tempo può rappresentare un segnale d’allarme, ovvero la degenerazione di alcune cellule. Anche le lesioni che provocano prurito o sono particolarmente sensibili vanno tenute sott’occhio.

 

Vi è qualche trattamento che permette di eliminare le macchie della pelle?

Le macchie come le lentigo solari possono essere eliminate con la luce pulsata intensa. Ciò implica chiaramente l’utilizzo di creme per la protezione solare al fine di evitare la ricomparsa di queste macchie. Il melasma risulta più difficile da eliminare: nonostante possa essere utilizzata la luce pulsata interna, la macchia non viene eliminata del tutto, pertanto occorre utilizzare alcuni prodotti chimici depigmentanti. I trattamenti delle altre lesioni prevedono altre tecniche come la crioterapia (cheratosi seborroica, lichenoide, attinica), laser, prodotti chimici specifici, asportazione chirurgica. Le terapie da seguire dipendono dalla tipologia delle macchie e dalla diagnosi relativa. Generalmente si raccomanda di utilizzare una protezione dai raggi del sole al fine di proteggere la pelle da nuove macchie.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies