Linfodrenaggio: un massaggio contro il linfedema

Autore: Dott. Gian Giacomo Pellegrino
Pubblicato: | Aggiornato: 17/11/2018
Editor: Top Doctors®

Il Dott. Gian Giacomo Pellegrino, Fisioterapista a Torino, ci spiega quali sono le tecniche di linfodrenaggio utilizzate nel trattamento del linfedema

 

 

1) Dott. Pellegrini, cos’è il linfedema?

Il linfedema è una condizione clinica per cui la linfa ristagna in un arto e non viene drenata verso il sangue, come invece avviene nei soggetti sani. Tale accumulo di linfa causa un rigonfiamento dell’arto sempre maggiore, fino a causare dolore cronico anche per la fibrotizzazione dei tessuti.

 

2) In cosa consiste il linfodrenaggio?

Il linfodrenaggio è una tecnica che permette la riduzione dell’edema dell’arto attraverso uno speciale massaggio del tessuto cutaneo, il quale favorisce un aumento del flusso di linfa all’interno dei vasi linfatici. La linfa viene drenata dal settore linfatico periferico verso quello più centrale e, infine, nel sangue, in modo che il tessuto indurito dall’accumulo di linfa diventi più morbido e assuma forme più normali.

Il linfodrenaggio, insieme ad altri numerosi trattamenti, migliora significativamente il quadro clinico.

 

3) Linfodrenaggio: a chi è adatto?

Il trattamento è indicato per tutti quei pazienti che presentano linfedema primario, in cui la causa della malattia è ancora sconosciuta, e secondario, cioè dovuto a malattie come il diabete, ad esiti di interventi chirurgici prossimi all’arto interessato, ad obesità, ad ustioni gravi e a complicanze da farmaci.

 

Editor Karin Mosca

Dott. Gian Giacomo Pellegrino

Dott. Gian Giacomo Pellegrino
Fisioterapia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies