Non esiste una cura per il glaucoma

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 17/11/2018
Editor: Top Doctors®

Il glaucoma è una patologia oculare che colpisce milioni di persone in tutto il mondo e può causare cecità. Purtroppo, al giorno d’oggi non è prevista una cura definitiva. Ce ne parla il nostro esperto in Oculistica

Ogni periodo della vita presenta una forma specifica di glaucoma. Alcuni di questi possono manifestarsi dalla nascita, altri nel corso degli anni, come il glaucoma cronico semplice o il glaucoma primario ad angolo aperto.

 

Le caratteristiche del glaucoma

Il glaucoma colpisce prevalentemente il nervo ottico e in maniera irreversibile, producendo, quindi, un danno irreparabile. Da ciò deriva l’importanza di effettuare controlli preventivi una volta all’anno a partire dai 40 anni, soprattutto nel caso in cui vi siano casi precedenti all’interno del quadro famigliare poiché la possibilità di essere soggetti a glaucoma è anche ereditaria. Ad eccezione di casi rari, la patologia presenta una evoluzione lenta. Inizialmente i sintomi associati sono limitati; tuttavia, quando questi fanno la loro comparsa, il glaucoma è già ad uno stadio avanzato (per tale motivo il glaucoma è una malattia asintomatica): tra i molteplici sintomi, si registra una diminuzione della periferia visiva, mal di testa o perdita della vista.

 

Trattamento del glaucoma

Il glaucoma non presenta una cura specifica. Detto ciò, è possibile affermare che il trattamento risulta personalizzato e dipende dallo stadio della patologia. Inizialmente, il trattamento prevede l’utilizzo di colliri di uno o più farmaci, laserterapia, radiofrequenza e, persino, l’intervento chirurgico. A differenza dei casi di cataratta, la perdita della vista legata a glaucoma è irreversibile. Questo tipo di conseguenza del glaucoma rappresenta uno dei deficit più seri e importanti che conosciamo.

 

Diagnosi del glaucoma

La diagnosi del glaucoma è personalizzata per ciascun paziente. Per una diagnosi completa e approfondita non è necessario valutare solo la pressione intraoculare e uno studio generale dell’occhio ma anche l’ingrossamento della cornea, stato del nervo ottico, il campo visivo, patologie generali che aggravano il glaucoma e la storia clinica famigliare. 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies