Presbiopia: come si realizza il trattamento?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Molte nuove tecniche innovative sono usate per trattare i problemi della vista. Ce ne parla il nostro esperto in oculistica

Cos’è la presbiopia e che incidenza ha?

La presbiopia è la perdita della capacità di vedere da vicino, ovvero, iniziamo a vedere male gli oggetti che sono a 35 cm di distanza dai nostri occhi. Questo disturbo inizia verso i 42-43 anni e poco a poco avanza fino a più o meno 60 anni e la maggior parte dei pazienti lo nota a partire da quest’età. Bisogna tenere anche conto che si possono avere difficoltà a vedere da vicino e da lontano. Questo disturbo è caratterizzato dal bisogno di portare occhiali da vista, senza i quali il paziente vedrebbe male sia da vicino che da lontano.

In cosa consiste il trattamento per la correzione ottica?

Per curare i problemi di vista esistono varie soluzioni ottiche in grado di farlo. Tutti sappiamo cosa sono gli occhiali, sia per da vicino che da lontano. Un’altra opzione possono essere le lenti a contatto progressive che sono come quelle comuni e con diverse gradazioni.

Come si effettua il trattamento medico chirurgico?

L’occhio è come una finestra da cui entra la luce. Questa finestra si chiama cornea, e dietro la cornea possiamo trovare una lente chiamata cristallino. Il cristallino è responsabile della messa a fuoco della luce da vicino o da lontano. Questa lente invecchia con il passare del tempo e perde le sue funzionalità verso i 42-43 anni.

Visto che il problema è localizzato in questa lente la soluzione migliore e la più moderna è di sostituirla con una nuova. Questa nuova lente, chiamata lente multifocale, ci permette di vedere da lontano e vicino senza bisogno di occhiali. Inoltre questa nuovo tipo di lente non invecchia e dura tutta la vita, senza rischio di cataratta e senza bisogno di sostituirla.

Qual è la tecnica chirurgica?

Questa tecnica chirurgica è molto moderna, la chirurgia dura solo 4 o 5 minuti, l’anestesia si applica mediante gocce, senza punture, e non è necessario fare nessuna prova concreta prima dell’intervento. Inoltre non richiede punti post-operatori e il paziente torna a casa con l’occhio privo di bende. Questa tecnica innovativa può essere utilizzata su tutti i pazienti con problemi di vista.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies