Sterilità femminile: quali sono le cause?

Autore: Prof. Riccardo Marana
Pubblicato: | Aggiornato: 30/01/2019
Editor: Marta Buonomano

Quali sono i fattori che influenzano la fertilità della donna? Risponde il nostro esperto in Ginecologia a Roma, il Prof. Riccardo Marana

Che cosa s’intende per sterilità?

Si parla di sterilità in caso di mancato ottenimento di una gravidanza dopo due anni di rapporti non protetti o miranti a ottenerla. Generalmente, l’80% delle coppie necessita solamente di un anno per riuscire a concepire, mentre il 5% impiega circa due anni. In Italia, come anche negli altri Paesi europei, il restante 15% (circa 1 coppia su 7) soffre di problemi di infertilità.

Quali fattori influiscono sulla sterilità di coppia?

Le cause della sterilità sono nel 40% dei casi riconducibili alla componente maschile e nel 50% dei casi dipendono dalla componente femminile. Tra i fattori che influiscono sull’infertilità maschile ricordiamo:

  • Infezioni agli organi riproduttivi maschili
  • Stress
  • Fattori ambientali (inquinamento e tossicità ambientale)

Per quanto riguarda le donne, invece, i fattori che influiscono sulla fertilità delle pazienti sono principalmente due:

  • Stress emotivo ed ambientale (nicotina e gli interferenti endocrini come pesticidi, diossina, fitoestrogeni e alcuni composti chimici usati nell’industria delle materie plastiche ecc.)
  • Patologie che colpiscono l’apparato riproduttivo, spesso aggravate dall’età della donna

Negli anni ’70, infatti, l’età media di ricerca della gravidanza da parte delle donne era di 24 anni, mentre nel 2011 si è passati a 34 anni, con conseguenze negative. Basti pensare che le possibilità di concepire per ogni ovulazione si riducono con il passare degli anni (30% in donne con meno di 20 anni, 16% a 34, 13% all’età di 36 anni e il 7% a 40 anni).

È vero che le diete dimagranti e l’aumento di peso repentino riducono la capacità di procreare?

Si, sono forme di stress fisico. La donna, quando passa momenti di stress fisico o psicologico, blocca l’attività riproduttiva non necessaria alla sopravvivenza per proteggersi, dando luogo ad una disfunzione ovulatoria. In caso sovrappeso o sottopeso, l’ipotalamo della paziente non capterà i segnali inviati dal follicolo maturo per liberare l’ormone che favorisce l’ovulazione; di conseguenza avrà una mestruazione anovulatoria (senza ovulazione) che può ripetersi più volte rendendo impossibile il concepimento.

Sterilità femminile: quando è causata da patologie dell’apparato riproduttivo?

Esistono due particolari patologie tubariche che possono influire sulla fertilità della donna:

  • La malattia infiammatoria pelvica (in inglese Pelvic Inflammatory Disease, PID), causata dall’ascesa di microrganismi dalla vagina e dalla cervice alle vie genitali
  • L’endometriosi, caratterizzata dalla presenza di frammenti di mucosa (endometrio) al di fuori della cavità uterina

Prof. Riccardo Marana
Ginecologia e Ostetricia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies