Diastasi addominale

Cos'è la diastasi addominale?

La diastasi dei muscoli retti è una condizione che si manifesta principalmente nei neonati e nelle donne in gravidanza ed è caratterizzata dalla separazione (di almeno 2,7 cm) dei muscoli addominali (destro e sinistro).

Prognosi della malattia

La prognosi di questa condizione è buona. Infatti, in seguito al parto, il problema dovrebbe risolversi in circa 8 settimane, mentre nei neonati vi è un raro rischio di insorgenza di ernie.

Sintomi della diastasi addominale

La diastasi addominale si manifesta con una “cresta” provocata dalla tensione dei muscoli dell’addome. Nei neonati si individua facilmente, soprattutto quando sono seduti mentre nella donna è meno evidente durante le prime della gravidanza e particolarmente visibile negli ultimi mesi di gestazione.

Il caratteristico segno della diastasi addominale è una sorta di cresta che si forma in corrispondenza della linea alba e che va dal processo xifoideo della sterno all'ombelico.
A rendere particolarmente evidente la suddetta cresta è la tensione muscolare dei muscoli dell'addome.

Diagnosi per la diastasi addominale

È possibile individuare una diastasi dei muscoli retti attraverso un semplice esame obiettivo. In caso di dubbio, potrebbe essere eseguita una ecografia.

Quali sono le cause della diastasi addominale?

Nei neonati questa condizione è dovuta ad un ridotto sviluppo del muscolo retto addominale, mentre nelle donne in gravidanza è causata dall’eccessivo stiramento dei muscoli retti dovuto all’estensione dell’utero per via della crescita del feto. I fattori di rischio che possono influire sull’insorgenza di questa condizione nel neonato sono: nascita prematura ed etnia afro-americana. Per le donne, invece: età materna avanzata (> 35 anni), elevato peso del feto, gravidanza gemellare, altre gravidanze pregresse.

Si può prevenire?

Oggigiorno non esistono ancora dei metodi o degli accorgimenti particolari per prevenire l’insorgenza di una diastasi addominale nella donna e nel neonato.

Trattamenti per la diastasi addominale

Nelle donne in gravidanza in genere la diastasi addominale si risolve spontaneamente entro le 8 settimane a seguito del parto. In alcuni casi però è possibile che necessitino una sutura della linea alba (struttura localizzata nell’area mediana dell’addome) in quando danneggiata dall’eccessivo stiramento dei muscoli retti. In questi casi, sarà necessario intervenire chirurgicamente con un intervento di addominoplastica.

Anche per i neonati la diastasi dei muscoli retti tende a risolversi spontaneamente, ma nel caso in cui si manifesti un’ernia ombelicale sarà necessario l’intervento chirurgico. È importante sottolineare che le complicanze (ernie) a seguito di una diastasi nei neonati sono molto rare, ancor più raro è quindi essere costretti a ricorrere a pratiche chirurgiche.

A quale specialista rivolgersi?

In caso di diastasi addominale è necessario rivolgersi ad un esperto in Chirurgia Generale.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..