Dislessia

Che cos'è la dislessia?

La dislessia è un disturbo nell'apprendimento, nella capacità di lettura. È caratterizzata da una serie di distorsioni e difficoltà nella lettura, che sono legate alla modalità di elaborazione linguistica. Spesso si manifesta in bambini che non presentano alcun handicap fisico, psichico o socioculturale, e l'origine può essere dovuta ad un'alterazione del neurosviluppo.

Sintomi della dislessia

I sintomi più comuni della dislessia sono le sostituzioni, le omissioni o il miscuglio di parti di parole o intere parole durante la lettura, nonché la lentezza e la difficoltà nel riconoscere e comprendere parole e testi scritti. Vi può essere anche difficoltà nella distinzione dell'alfabeto, delle lettere; nella realizzazione di rime semplici o nell'analisi o classificazione dei suoni. I bambini con dislessia possono comprendere correttamente le storie o i discorsi orali e nella grande maggioranza dei casi il loro livello di intelligenza è del tutto normale per la loro età. I sintomi di questo disturbo si manifestano di solito quando i bambini sono nei primi anni dell'istruzione primaria. Inoltre, in molti casi, la dislessia è associata al disturbo causato da deficit di attenzione e iperattività o al disturbo dissociativo, tra gli altri.

Quali sono le cause della dislessia?

Al momento, non c'è nessuno studio che indichi una causa particolare. Gli specialisti ritengono che l'origine risieda nella mancata organizzazione dei simboli grafici da parte del sistema nervoso centrale. Altri studi riferiscono alla genetica e all'eredità che riceviamo dai membri della famiglia, ma anche all'anatomia del cervello e all'attività cerebrale tra i due emisferi.

Si può prevenire?

Poiché non esiste alcuna causa specifica non è possibile stabilire misure per prevenire questa patologia. Tuttavia, una diagnosi precoce impedirà un peggioramento e assicurerà un rapido miglioramento del linguaggio.

Trattamenti per la dislessia

Una volta diagnosticata la dislessia, uno specialista fonetico può aiutare il bambino a raggiungere un livello di lettura appropriato per la sua età. La terapia della parola per sviluppare la "consapevolezza fonematica" stimola l'abilità uditiva e l'utilizzo dei suoni e delle combinazioni di lettere. Un altro metodo suggerito è la terapia educativa che insegna ai bambini come sviluppare strategie per risolvere le difficoltà e gestire la frustrazione a cui possono andare incontro.

24-11-2023
Top Doctors

Dislessia

Dott.ssa Rosa Sampognaro - Logopedia

Creato il: 13-11-2012

Editato il: 24-11-2023

Editor: Antonietta Rizzotti

Che cos'è la dislessia?

La dislessia è un disturbo nell'apprendimento, nella capacità di lettura. È caratterizzata da una serie di distorsioni e difficoltà nella lettura, che sono legate alla modalità di elaborazione linguistica. Spesso si manifesta in bambini che non presentano alcun handicap fisico, psichico o socioculturale, e l'origine può essere dovuta ad un'alterazione del neurosviluppo.

Sintomi della dislessia

I sintomi più comuni della dislessia sono le sostituzioni, le omissioni o il miscuglio di parti di parole o intere parole durante la lettura, nonché la lentezza e la difficoltà nel riconoscere e comprendere parole e testi scritti. Vi può essere anche difficoltà nella distinzione dell'alfabeto, delle lettere; nella realizzazione di rime semplici o nell'analisi o classificazione dei suoni. I bambini con dislessia possono comprendere correttamente le storie o i discorsi orali e nella grande maggioranza dei casi il loro livello di intelligenza è del tutto normale per la loro età. I sintomi di questo disturbo si manifestano di solito quando i bambini sono nei primi anni dell'istruzione primaria. Inoltre, in molti casi, la dislessia è associata al disturbo causato da deficit di attenzione e iperattività o al disturbo dissociativo, tra gli altri.

Quali sono le cause della dislessia?

Al momento, non c'è nessuno studio che indichi una causa particolare. Gli specialisti ritengono che l'origine risieda nella mancata organizzazione dei simboli grafici da parte del sistema nervoso centrale. Altri studi riferiscono alla genetica e all'eredità che riceviamo dai membri della famiglia, ma anche all'anatomia del cervello e all'attività cerebrale tra i due emisferi.

Si può prevenire?

Poiché non esiste alcuna causa specifica non è possibile stabilire misure per prevenire questa patologia. Tuttavia, una diagnosi precoce impedirà un peggioramento e assicurerà un rapido miglioramento del linguaggio.

Trattamenti per la dislessia

Una volta diagnosticata la dislessia, uno specialista fonetico può aiutare il bambino a raggiungere un livello di lettura appropriato per la sua età. La terapia della parola per sviluppare la "consapevolezza fonematica" stimola l'abilità uditiva e l'utilizzo dei suoni e delle combinazioni di lettere. Un altro metodo suggerito è la terapia educativa che insegna ai bambini come sviluppare strategie per risolvere le difficoltà e gestire la frustrazione a cui possono andare incontro.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.