Disturbi dell'apprendimento

Cosa sono i disturbi dell’apprendimento?

I disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) nei bambini consistono in alterazioni di alcuni dei processi Bambini a scuolacognitivi di base che influenzano il modo in cui il cervello elabora le informazioni. Di solito si manifestano con un deficit in aree specifiche, come la scrittura, la lettura o il calcolo.

I bambini che soffrono di questo tipo di disturbo hanno un rendimento scolastico più basso nonostante la maggior parte di loro abbia un'intelligenza nella norma.

La principale caratteristica dei disturbi dell’apprendimento è proprio la “specificità”, in quanto il disturbo interessa una determinata disabilità, distinta dalle altre, anche se durante la fase di diagnosi possono essere associate tra di loro.

Sintomi dei disturbi dell’apprendimento

I principali disturbi di apprendimento solitamente si manifestano con difficoltà nelle seguenti circostanze:

  • Percezioni
  • Emozioni
  • Calcolo (discalculia)
  • Lettura (dislessia)
  • Scrittura (disortografia e disgrafia)
  • Livello di attenzione
  • Coordinazione motoria
  • Difficoltà di concentrazione
  • Difficoltà di organizzazione

Pertanto, è importante diagnosticare il problema in tempo per evitare ulteriori complicazioni nello sviluppo dei bambini ed iniziare una terapia ad hoc basata sul supporto psicopedagogico, fisico e psicologico, a seconda del caso.

Diagnosi dei disturbi dell’apprendimento

Ai fini diagnostici è necessario eseguire test specifici, normalmente eseguiti solo al termine del secondo anno di scuola primaria, che permettono di individuare ed accertare lo stato e il livello di apprendimento da parte del bambino.

Quali sono le cause dei disturbi dell’apprendimento?

Le principali cause dei disturbi dell’apprendimento includono:

Trattamenti per i disturbi dell’apprendimento

È importante diagnosticare il problema in tempo per evitare ulteriori complicazioni nello sviluppo dei bambini ed iniziare una terapia ad hoc basata sul supporto psicopedagogico, fisico e psicologico, a seconda del caso. In genere, i trattamenti riguardano sia il disturbo specifico che l’ambito emotivo-relazionale vissuto. In tale senso, la terapia cognitivo-comportamentale rappresenta un valido supporto per risolvere il disagio psicologico nell’ambiente ambiente familiare o scolastico.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..