Onicodistrofia

Specializzazione di Chirurgia generale

Che cos’è l’onicodistrofia?

Con il termine onicodistrofia si intende un’alterazione della struttura dell’unghia, che può presentarsi sia in quelle dei piedi che in quelle delle mani. Solitamente insorge più frequentemente nell’alluce e nel pollice. 

Prognosi della malattia

Sebbene possa essere anche, nei casi gravi, parzialmente invalidante, tuttavia non mette di per sé a rischio la vita della persona affetta.

Sintomi dell’onicodistrofia

Le unghie affette da onicodistrofia si sviluppano in maniera alterata e sono caratterizzate da una superficie ondulata e frastagliata: a volte, a causa della loro debolezza, le unghie si rompono o si scheggiano facilmente, e presentano un colore e una lucentezza alterata.

Diagnosi per l’onicodistrofia

In caso di anomalie alle unghie la diagnosi viene effettuata da uno specialista Dermatologo, che dopo un attento esame saprà valutare il grado di severità della patologia nonché la causa specifica, e proporrà il trattamento più adatto per il paziente.

Quali sono le cause dell’onicodistrofia?

Le cause dell’onicodistrofia possono essere alterazioni congenite o acquisite della matrice o del letto dell’unghia o delle strutture che la circondano, oppure eventi traumatici: anche eventi di entità lieve se ripetuti nel tempo possono far insorgere la patologia (come nei casi di onicodistrofia da grattamento auto-inferto, in soggetti psicotici o con tic nervosi) così come l’utilizzo di scarpe troppo strette e non traspiranti. Inoltre l'onicodistrofia può essere il sintomo di numerose patologie, sia locali che sistemiche: micosi, psoriasi, lichen, tumori glomici, corpi estranei, patologie bronchiali e polmonari infiammatorie acute e croniche o neoplastiche, ecc.

Si può prevenire?

Non essendoci una causa univoca, non è ipotizzabile una prevenzione vera e propria.

Trattamenti per l’onicodistrofia

Se scoperta in tempo, l’onicodistrofia - se non è sintomo di altre patologie - può essere curata attraverso una serie di trattamenti mirati che hanno l’obiettivo di migliorare le alterazioni dell’unghia, non solo proteggendola da agenti esterni ma anche facendo guarire la lamina ungueale. Nei casi più gravi l’onicodistrofia dovrà essere trattata chirurgicamente.

Farmaci per l’onicodistrofia

Non esistono farmaci specifici. Qualora si tratti del sintomo di altre patologie, si dovranno ovviamente utilizzare i farmaci indicati per queste.

A quale specialista rivolgersi?

In caso di onicodistrofia è necessario rivolgersi ad uno specialista in Chirurgia Generale o in Dermatologia.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies