L’arteriosclerosi: cos'è e come curarla

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Una delle caratteristiche dell’invecchiamento umano è il progressivo indurimento dei tessuti della parete arteriosa, un’episodio abbastanza normale.

 

In alcune persone però, questo sviluppo fisiologico può trasformarsi in una patologia: l’arteria, infatti, si restringe progressivamente fino a provocare un’occlusione, con conseguente riduzione o arresto del flusso sanguigno.

 

Arteriosclerosi è un termine generico in cui si includono differenti patologie, la più comune delle quali ha un nome molto simile: Aterosclerosi.

Molto spesso entrambi i termini vengono usati indiscriminatamente per esprimere lo stesso concetto, ma in realtà, la maggior parte delle volte ci si riferisce, nello specifico, alla seconda.

La stenosi progressiva delle arterie è un procedimento lento, per il quale, purtroppo, ancora non esiste una cura definitiva.

 

Cause, sintomi e trattamento 

 

Non esiste una causa concreta responsabile della malattia. Sappiamo che si tratta di una patologia degenerativa,  e che esistono una serie di fattori a rischio che, probabilmente, sono coadiuvanti nel suo sviluppo: il fumo, l’alcool, la quantità di zuccheri nel sangue o malattie come il diabete, ipertensione o pressione molto alta.

I sintomi variano a seconda delle arterie colpite:

 

  1. Se si tratta delle arterie cardiache o coronarie potrebbero presentarsi sintomi simili a quelli di un infarto o dolore al torace
  2. Se colpisce le arterie dirette al cervello, si potrebbe soffrire di sintomi come intorpedimento e debolezza improvvisa agli arti, difficoltà di parola e debolezza della muscolatura facciale. Questi sintomi possono essere causati da un infarto ischemico o da un ictus.
  3. Se colpisce gambe e braccia potrebbero presentarsi problemi nel deambulare e cancrena nei casi più estremi

 

Non esiste una cura, ma è importante adottare una serie di misure per evitare di incorrere in questo tipo di problemi: ad esempio, tenere sotto controllo l’alimentazione, stare attenti alla pressione sanguigna e condurre uno stile di vita sano. Inoltre, se si individua la malattia in tempo è possibile ridurre i sintomi ed evitare che si trasformi in qualcosa di più grave.

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Angiologia


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..